Szczesny-Juve, l’Arsenal non fa sconti: si complica la trattativa

Frenata della Juventus per Szczesny

La Juventus è alla ricerca del dopo Buffon. Il portiere bianconero e della Nazionale dovrebbe disputare l’ultima stagione prima di appendere i guanti al chiodo. Pertanto Marotta è già alla ricerca di un sostituto all’altezza in grado di garantire sicurezza alla porta. Sicuramente trovare un giocatore in grado di non far rimpiangere Buffon è impresa ardua. Ci sono, tuttavia, diversi profili interessanti. Tra questi va inserito, obbligatoriamente, anche Donnarumma come confermato dallo stesso Marotta.

Il vero obiettivo di calciomercato della Juventus per quanto riguarda il ruolo di portiere tuttavia è Wojciech Szczesny. L’estremo difensore dopo due stagioni alla Roma è tornato all’Arsenal. Il suo rientro a Londra, tuttavia, è solo di passaggio perché Wenger anche per la prossima Premier farà affidamento a Petr Cech. Nelle scorse settimane si è parlato di un’intesa già trovata tra le parti. Mancava, praticamente solo l’ufficialità. Nelle ultime ore, invece, i fatti parlano di distanza eccessiva tra offerta e richiesta.

Calciomercato Juventus, fumata nera per Szczesny

Poteva essere il giorni di Szczesny alla Juventus. Invece tutto resta ancora in fase di stallo. La società bianconera per poter avere a disposizione il post Buffon ha offerto all’Arsenal 4,5 milioni di euro. Cifra ritenuta, tuttavia, irrisoria dal club londinese che ne chiede ben 15. La Juventus fa comunque affidamento sull’accordo già trovato con il portiere polacco che ha il contratto in scadenza a giugno 2018. L’impressione, comunque, è che nel corso del calciomercato estivo si assisterà ad un braccio di ferro tra Juventus e Arsenal perché se da una parte 4,5 milioni di euro sono considerati insufficienti, è altrettanto vero che anche i 15 milioni richiesti dai Gunners sono un pò eccessivi.

Marotta e Paratici, con ogni probabilità, hanno avanzato questa prima proposta bassa anche per poter capire meglio cosa accadrà tra Donnarumma e il Milan, anche se sembra difficile che il classe ’99, qualora dovesse lasciare i rossoneri, resti in Italia. Piuttosto sembrerebbe più semplice che finisse all’estero con Real Madrid in vantaggio su PSG e Manchester Utd. Poi, mai dire mai perché le dinamiche di calciomercato sono sempre particolari e riservano colpi di scena inaspettati.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.