Ufficiale, Conti è un nuovo calciatore del Milan: ‘L’obiettivo è la Champions’

Conti è un nuovo calciatore del Milan

Andrea Conti è un nuovo calciatore del Milan. Il settimo acquisto messo a segno dalla coppia Fassone-Mirabelli. Un terzino voluto fortemente e che è arrivato non con poche difficoltà. Il calciatore classe ’94 va a completare il reparto difensivo in vista della stagione 2017/2018. Con lui, Vincenzo Montella può fare affidamento anche in fase realizzativa. Conti, infatti è un terzino che ama gli inserimenti in area di rigore. Non va, inoltre, dimenticato che il suo apporto è fondamentale in fase offensiva anche per i cross precisi che ha mostrato di avere nelle corde nell’ultima stagione all’Atalanta.

La trattativa che ha portato Andrea Conti al Milan non è stata mai completamente a rischio anche se Percassi in diverse occasioni ha manifestato il proprio malcontento, dichiarando il ragazzo incedibile. Tuttavia, anche se le parti non erano vicine, c’è stata sempre l’impressione che l’affare si sarebbe chiuso. La fumata bianca c’è stata qualche giorno fa. Oggi, però, la notizia è diventata ufficiale grazie anche al buon esito delle visite mediche. Oggi, venerdì 7 luglio 2017, Andrea Conti ha indossato per la prima volta la maglia rossonera.

Calciomercato, Conti al Milan è ufficiale: ecco le sue prime dichiarazioni

Per il trasferimento di Conti al Milan, la società di via Aldo Rossi ha versato 24 milioni di euro nelle casse dell’Atalanta più il cartellino di Matteo Pessina. Il terzino si lega con i rossoneri per i prossimi cinque anni percependo 2 milioni di euro a stagione a salire. Una trattativa importante quella per l’ormai ex terzino dell’Atalanta che nelle settimane scorse ha apertamente dichiarato di volere solo il Milan. Ecco le prime dichiarazioni di Andrea Conti da nuovo calciatore del Milan: “Finalmente sono un giocatore del Milan. Sono molto emozionato dell’accoglienza, spero di ripagare questa fiducia al meglio”. Uno sguardo anche agli obiettivi della squadra: “Penso che il Milan deve ambire minimo alla Champions League, lo merita per la sua storia e per quello che sta facendo quest’anno. Spero di giocare più possibile, di fare bene. A livello personale, inoltre, la Nazionale è sicuramente un obiettivo”

Non sono mancati i paragoni con altri due grandi terzini che hanno indossato la maglia del Milan: “Mi fa strano sentire dire che raccolgo l’eredità di Tassotti e Cafù. Spero di fare solo la metà di quello che hanno fatto loro. Spero di togliermi delle soddisfazioni lavorando duramente. Sono un terzino a cui piace fare anche la fase offensiva, facendo il quinto di centrocampo ho dato il meglio di me, ma va ricordato che in carriera ho sempre giocato in difesa a quattro”.

FONTE FOTO: A.C. Milan

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.