Ultime rinnovo Mertens, moglie e ingaggio i nodi da sciogliere

Il futuro di Mertens sembra esser lontano da Napoli

In Casa Napoli in queste ultime settimane non tiene banco solo il discorso inerente la possibilità di fare secondo posto. Si parla anche di eventuali rinnovi contrattuali. I casi più spinosi da sciogliere riguardano Lorenzo Insigne e Dries Mertens. I due calciatori hanno i rispettivi contratti in scadenza a giugno 2018.

Anche se manca un anno e mezzo alla scadenza del contratto è bene che Aurelio De Laurentiis cominci ad intavolare eventuali discorsi con gli agenti di Mertens e Insigne. Sul tavolo i contratti dei due ragazzi, perni fondamentali dello scacchiere di Sarri. I tifosi del Napoli sono in apprensione. Il rischio di perderne uno o addirittura entrambi è elevato.

Napoli, rinnovo Mertens in bilico: il belga frenato da ingaggio e moglie

La stagione attuale per Dries Mertens sarà sicuramente da ricordare negli anni. 20 sono le reti stagionali che si aggiungono alla consapevolezza del belga di essere sempre più importante per Sarri. Per qualche strano motivo tuttavia, in quel di Napoli, dopo una stagione al top nascono sempre nubi sul futuro. Stessa cosa accaduta a Lavezzi, Cavani e per finire Higuain che hanno preferito giocare altrove anche se per motivi diversi. La storia del rinnovo Mertens è molto semplice. Ama Napoli e il Napoli ma la proposta di prolungamento contrattuale presentatagli da De Laurentiis è lontana da quella richiesta. Parti dunque distanti anche se la differenza da colmare è per lo più legata ai diritti d’immagine. Se fosse solo questo il nodo da sciogliere, le parti potrebbero sedersi e trovare un accordo. Voci degli ultimi giorni, tuttavia, parlano dell’entrata in scena della moglie di Mertens che vorrebbe cambiare aria. Sono tante le voci che si rincorrono sul perché di tanto astio da parte della moglie del calciatore, tuttavia non ci sono conferme. L’unica certezza al momento è che il rinnovo Mertens tarda ad arrivare con i tifosi del Napoli in ansia. La Premier League bussa anche se non è da sottovalutare lo sfondo cinese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.