Vicenda Quagliarella: ‘Ecco perché ho lasciato Napoli’

Fabio Quagliarella in lacrime in diretta tv

Come un fulmine a ciel sereno la 25a giornata passerà agli annali con la vicenda Quagliarella in primo piano con il calciatore in lacrime subito dopo il match disputato dalla sua Sampdoria contro il Cagliari. Una vicenda che ha dato una risposta al perché di tante decisioni prese dall’attaccante in carriera, come quella di passare dal suo Napoli alla Juventus, nemica storica degli azzurri.

Vicenda Quagliarella: ‘Tante falsità sul mio conto’

Intercettato dai microfoni di Sky Sport subito dopo la fine della partita Sampdoria-Cagliari, Fabio Quagliarella è scoppiato in lacrime parlando della vicenda di stalking che lo ha visto vittima; il centravanti campano ha detto: “Ho vissuto 4-5 anni da incubo, immaginare di non poter vivere serenamente al di fuori del calcio, soprattutto per la mia famiglia, è stata dura. Quando sono andato via dal Napoli sono state dette tante infamità, cattiverie, tante cose non vere. L’unica causa era solo ed esclusivamente questa e quindi, dopo tanti anni, è finita. Devo ringraziare la giustizia perché ha fatto un ottimo lavoro, dare 4 anni e 8 mesi a un poliziotto significa che avevo ragione. Ho vissuto male io, ha vissuto male la mia famiglia, ho cercato di essere comunque concentrato sul campo, perché alla fine scendi in campo, la gente non sa tante cose, come è giusto che sia. Siamo pagati profumatamente ed è giusto che in campo facciamo il nostro dovere, però oggi ci siamo tolti un peso enorme perché è stata dura”.

Ultime vicenda Quagliarella, l’attaccante costretto a lasciare Napoli

Il suo addio al Napoli ha portato con se non pochi strascichi e solo domenica si è appreso il perché di tutta questa vicenda: “De Laurentiis mi ha mandato via solo per le lettere che parlavano dei miei festini a suon di droga con la camorra. Dopo le calunnie, spedite in sede a Castelvolturno nel 2010, il presidente mi disse di andare a vivere in albergo lasciando Castellammare per stare più tranquillo. Prima mi chiamava ogni giorno, poi non mi ha mai più telefonato. Finalmente l’incubo è finito“, ha continuato Quagliarella, “E’ dura quando non puoi parlare o dire la tua e senti tutti dire la loro opinione, e tu devi stare zitto perché ci sono indagini in corso. Non è che da un giorno all’altro ho deciso di andare via da Napoli. Non c’era nessun motivo, la causa era solo e semplicemente questa. Ho tenuto botta, non è stato facile e non lo auguro a nessuno”.

Ecco il video delle lacrime di Quagliarella:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.