Il PSG offre 30 milioni di Euro per Tonali: può ripetere il percorso di Verratti

Il PSG ha offerto 30 milioni di Euro per il talento del Brescia e della Nazionale Under 21 Sandro Tonali. Il centrocampista, definito spesso come “il nuovo Pirlo”, è attualmente impegnato negli Europei. Il presidente Cellino ha ribadito più volte che il ragazzo è incedibile. Ma l’offerta importante del club parigino potrebbe far vacillare il club lombardo.

SPECIALE BONUS SCOMMESSE DA 350€
Promozione valida SOLO OGGI su Sisal

L’inserimento del PSG e il ruolo di Leonardo

Il PSG si inserisce prepotentemente nella corsa a Sandro Tonali. Il club parigino avrebbe presentato un’offerta di ben 30 milioni di Euro al Brescia per assicurarsi il cartellino del giovane centrocampista. Una operazione che ricorda da vicino quella portata a termine diversi anni or sono proprio dalla società presieduta da Al-Khelaifi per un altro – allora – giovane centrocampista italiano, Marco Verratti. Il ritorno di Leonardo nel ruolo di direttore sportivo del PSG potrebbe giocare un ruolo decisivo nell’affare. L’ex nazionale brasiliano ha avuto modo di seguire da vicino il calcio italiano nella scorsa stagione e conosce sicuramente le qualità di Tonali. Centrocampista moderno, di grande tecnica e visione di gioco, capace di alternare i ritmi. Una via di mezzo tra il Pirlo regista e il primo Verratti, appunto. Un capitale del calcio italiano che, come sta però capitando sempre più spesso, potrebbe andare a compiere il suo percorso di crescita all’estero.

La concorrenza in Italia e il “caso Verratti”

L’offerta del PSG potrebbe sbaragliare la concorrenza italiana per il giocatore. Roma e Milan sono da tempo sulle tracce di Tonali ma la forza di Cellino nel ribadire l’incedibilità del calciatore aveva frenato tutti. Inoltre, il fatto che il ragazzo sia impegnato con la Under 21 agli Europei casalinghi, aveva rimandato ogni discorso. Rossoneri e giallorossi avevano frenato le proprie trattative anche per fattori legati a criticità delle due società: il contenzioso con l’UEFA sul Fair Play Finanziario per il Milan e i problemi nel riassetto societario per i capitolini. Ma di fronte ai soldi degli sceicchi ci sarà poco da fare.
Adesso ci sarà da capire sopratutto quale sarà la volontà del calciatore. All’epoca del trasferimento di Verratti al PSG, infatti, fu proprio questo il fattore decisivo. Su Verratti, all’epoca, c’era anche il Napoli. Ma il ragazzo preferì l’ingaggio faraonico del PSG e una prospettiva di immediato inserimento nelle dinamiche calcistiche europee di maggior spessore: il PSG cercava infatti un centrocampista capace anche di giocare da subito in Champions. Verratti ha poi in parte pagato quella scelta fatta con un rendimento che ha subìto alti e bassi. Tonali corre lo stesso rischio? È molto probabile, ma se il ragazzo vorrà viaggiare sulla stessa rotta dell’ex Pescara, ci sarà probabilmente poco da fare per trattenerlo.