Milan, Giampaolo intende rinnovare la fiducia a Castillejo come seconda punta

Nonostante i tanti nomi arrivati in casa rossonera (Leao Rebic gli ultimi) il Milan ancora deve completamente “ingranare” la marcia offensiva: la punta principale, quel Piatek che tanto bene ha fatto nei primi mesi di Milan sembra avere le polveri bagnate ed i volti nuovi hanno bisogno di un ragionevole periodo di adattamento, sopratutto con un allenatore appena arrivato.

SPECIALE BONUS SCOMMESSE DA 350€
Promozione valida SOLO OGGI su Sisal

L’abulica partita di Udine aveva già dato le prime sentenze, o almeno così sembrava, tra moduli inadatti ai giocatori in possesso a giocatori fuori ruolo e/o non all’altezza del compito; tra quelli sul banco degli imputati vi era Samu Castillejo, esterno offensivo mai veramente titolare neanche la passata stagione, provato da Giampaolo alle spalle delle punte con esiti piuttosto negativi.

Tuttavia il neo allenatore rossonero non sembra voler accantonare lo spagnolo ed è pronto a trasformare un esterno offensivo piuttosto fumoso in una seconda punta adatta ad affiancare il numero 9 polacco, del resto le condizioni appaino favorevoli: con i nuovi arrivati impegnati con le nazionali, l’ex giocatore del Villareal sta seguendo le direttive del mister per adattarsi ad un nuovo ruolo e verrà con tutta probabilità riconfermato nella prossima gara contro l’Hellas Verona, dove solo il campo dirà se anche questo nuovo esperimento avrà avuto successo o meno.