De Zerbi presenta Roma-Sassuolo: “Mi aspetto una bella partita, non andiamo a farci mettere in mezzo”

Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo, ha presentato in conferenza stampa la sfida di domani Roma-Sassuolo. Di seguito le sue parole sintetizzate dalla redazione di CalcioNewsWeb per i propri lettori.

“A volte giocheremo con un centrocampista in più, a volte con un attaccante in meno, cercando di sfruttare al meglio i giocatori, provando a mettere i più bravi e i più in forma in campo, rispettando l’avversario e le sue caratteristiche. La Roma ha un’identità chiara e anche noi prenderemo il treno per andare a fare la partita, sapendo che avremo di fronte una squadra forte, con giocatori forti. L’anno scorso è stato un marchio nostro e non togliamo niente. Mi aspetto una bella partita.

Chiriches e Defrel sono due giocatori forti, fortissimi. Abbiamo una squadra molto forte. Il mercato ci vede uscire rinforzati. Quando giocherà, Defrel starà vicino a Caputo. Chiriches è il giocatore giusto per noi: sa giocare, ci porta esperienza, ci porta spessore. Vediamo la condizione fisica, io so già ma lo scoprirete domani. A destra? Forse un terzo oltre Toljan e Muldur. Si stanno adattando e dobbiamo capire bene quando e dove utilizzarli.

Con Chiriches potremmo anche vedere la difesa a 3, parto sempre dalle qualità dei giocatori. Ci aggiungi poi l’assetto tattico e le caratteristiche dell’avversario e provi a comporre il puzzle di volta in volta. La nostra idea cambia poco, ci vuole un pochino di lavoro, di tempo, di apertura mentale, di disponibilità dei calciatori ma questo è un gruppo strepitoso da questo punto di vista.

La Roma ha qualità nel palleggio ed è una grande squadra. Non serve piangere se ci palleggiano intorno. Dobbiamo difenderci bene ma dobbiamo esaltare al massimo la nostra manovra. Zaniolo e Pellegrini sono forti ma c’è anche Dzeko che si inventa gol da solo. Quando fai queste partite devi partire accettando che gli avversari hanno qualità alta, se pensi di costringere l’avversario a difendersi e basta, parti male.

Non andremo a Roma a farci mettere in mezzo. Poi è chiaro che può succedere di tutto. Non vogliamo fare le comparse. Quello che ho visto della Roma mi piace, portano tanti uomini in avanti, costruiscono il gioco dal basso cercando la pulizia del gioco. Anch’io nel mio piccolo cerco di fare questo, da quando alleno. Sui problemi difensivi, bisogna scegliere chi si deve essere: a fare tutte e due le cose si fa fatica. Se vuoi giocare un certo tipo di calcio, qualcosa la devi lasciare. 

Nazionali? Traoré sta bene ma è a disposizione da oggi e dobbiamo valutarlo. La squadra può sopperire alle assenze di Bourabia e Magnanelli, che sono infortunati e non ci saranno. Non abbiamo fatto una settimana ‘normale’ ma se vogliamo giocatori forti dobbiamo pensare che quando ci sono le soste, più lo spogliatoio è vuoto, più il livello è alto”.


Per restare aggiornato su questo argomento ti consigliamo di mettere un like alla nostra Pagina Facebook Ufficiale