Serie A, 3a giornata: i risultati delle partite del pomeriggio

Genoa-Atalanta 1-2

Partita estremamente divertente e caratterizzata dai cambi di fronte repentini tra le due squadre. Buona prestazione di entrambe le formazioni con il Genoa che si è dimostrato all’altezza della squadra che ha conquistato il quarto posto lo scorso anno e che si appresta al debutto in Champions. Nonostante la partita bella, la gara si sblocca solo su rigore: per l’Atalanta trasforma Muriel al 64′, per il Genoa pareggia lo specialista Criscito al 90′. La gara sembra finita ma al termine dei 5′ di recupero Duvàn Zapata si inventa un goal grandioso su assist di De Roon. L’Atalanta vola a 6 punti in classifica e raggiunge il Napoli.

Brescia-Bologna 3-4

Partita incredibile al nuovo Rigamonti. Il Brescia impatta benissimo con la gara mentre il Bologna sembra frastornato. Una doppietta di Donnarumma porta il Brescia sul doppio vantaggio, confermato da una rete di testa di Cistana dopo che Bani aveva accorciato le distanze su colpo di testa sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti. Nella ripresa l’espulsione di Dessena cambia tutto: il Bologna si riprende e chiude la clamorosa rimonta con le reti di Palacio (di tacco, ndr), Poli e Orsolini. Il Brescia si butta in avanti alla ricerca disperata del pari che non arriva.

Parma-Cagliari 1-3

Parma estremamente deludente al Tardini dopo l’ottima prova la settimana scorsa in trasferta contro l’Udinese. Il Cagliari approfitta di una difesa ducale troppo disattenta sulle palle inattive per mandare in porta due volte il goleador che non t’aspetti: il capitano Ceppitelli che a poche ore dal match non era dato nemmeno tra i titolari per qualche noia muscolare. All’intervallo doppio vantaggio per i sardi, alla ripresa il Parma prova a giocare con più coraggio e accorcia le distanze con Barillà. A 20 minuti dal termine il goal in contropiede di Simeone sembra chiudere i giochi. Nel finale girandola di episodi da VAR: prima annullato un goal a Bruno Alves per fuorigioco, poi negato un rigore al Parma su un tocco di mano di Klavan, infine annullata la rete dell’1-4 di Joao Pedro. Si chiude dopo un recupero record di 12 minuti.

SPAL-Lazio 2-1

Tonfo esterno per gli uomini di Simone Inzaghi che non confermano quanto fatto vedere nelle prime due giornate e perdono contro la “bestia nera” SPAL. I capitolini si portano in vantaggio nel primo tempo grazie a un rigore assegnato per un fallo di mano di Tomovic e realizzato da Ciro Immobile. Nella ripresa gli uomini di Semplici prendono a macinare gioco e prima pareggiano con la rete di Petagna su assist di Tomovic, poi nel recupero trovano la vittoria con una rete di Kurtic. Per la SPAL primi punti in campionato, importantissimi.


Per restare aggiornato su questo argomento ti consigliamo di mettere un like alla nostra Pagina Facebook Ufficiale