Maxi operazione della Guardia di Finanza contro la TV pirata

“Stangata” ai trasgressori che usufruiscono illegalmente di servizi televisivi a pagamento: la Guardia di Finanza tramite l’operazione denominata “Eclissi” ha sequestrato e bloccato le piattaforme informatiche TV in Italia, che rendevano possibile la visione in maniera illecita a circa 5 milioni di italiani.


Continua a leggere:

Il Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche ha provveduto a bloccare inoltre il flusso di dati direttamente dalle sorgenti provenienti dall’IPTV illegale, dopo che la piattaforma nota come “Xtream Codes” è stata chiusa dalla Guardia di Finanza con l’aiuto di 100 militari operanti.

Emessi 8 ordini europei di indagine dalla Procura di Napoli, arrivati insieme a provvedimenti analoghi da parte di altri paesi dell’UE per smantellare una rete di affari che produce 2 milioni di euro al mese solo nel nostro paese , che arriverebbe a toccare i 60 milioni di Euro totali.

I titolari della piattaforma “Xtream Codes” sono stati arrestati e le autorità provvederanno a sanzionare anche chi ha fruito illegalmente dei servizi, le cui pene vanno dalla reclusione dai 6 mesi ai 3 anni, a una multa che può quasi toccare i 26mila euro. Per ora sono stati inibiti alla visione 700mila utenti.