Julio Cesar: “Conte un vincente, si può parlare di scudetto. Lukaku adattamento rapido e parole importanti”

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, lo storico portiere del triplete interista, Julio Cesar ha parlato della nuova Inter di Antonio Conte, partita fortissimo in campionato dopo aver portato a casa anche un derby decisamente meritato. Ecco le sue parole:

SPECIALE BONUS SCOMMESSE DA 350€
Promozione valida SOLO OGGI su Sisal

“Il grande lavoro di Conte sta venendo fuori e non era per nulla scontato, è un allenatore che cerca sempre la perfezione, e i giocatori sembrano averlo capito. La squadra mi sembra molto organizzata e tosta, ma per favore, non facciamo paragoni con Mourinho, entrambi sono molto professionali ma restano diversi; ovviamente spero che Conte lasci un ricordo analogo a quello di Mourinho.
Non dimentichiamoci che Antonio è riuscito a fugare ogni dubbio di professionalità anche tra i tifosi per il passato juventino“.

Presi singolarmente Handanovic, Godin, De Vrij e Skriniar sono molto forti, bisognerà vedere se insieme riusciranno a formare un reparto compatto e coeso. Per me Handanovic insieme ad Alisson e Ederson rappresenta il meglio tra i portieri, il numero 1 nerazzurro è meno considerato perchè non ha una grande esperienza in Champions, ma chi lo conosce è al corrente delle sue grandi qualità“.

Mi ha stupito il rapido adattamento di Lukaku in questa nuova realtà, visto che non è facile cambiare lingua, paese, e modo di giocare in maniera così rapida ma lui sembra che ci sia riuscito. Fisicamente è una bestia, ha fiuto del gol dell’attaccante di razza, ma cosa più importante è riuscito a far parlare di se in ambito razzismo, che è una battaglia che sto personalmente portando avanti, seguendo dei corsi e sto organizzando un’attività dove attualmente vivo (a Lisbona)”.