Home » Mangiare tonno fa abbassare la pressione? Ecco la risposta

Mangiare tonno fa abbassare la pressione? Ecco la risposta

La pressione alta è un disturbo che negli ultimi anni sta colpendo sempre più persone, infatti le ultime stime stilate dicono che sono circa 15 milioni gli italiani che soffrono di ipertensione, di cui il 56% sono uomini e il 43% donne con il picco di età tra i 35 e i 79 anni.

Le cause della pressione alta

La pressione alta è dovuta principalmente ad un’alimentazione sbagliata, tipica dei giorni nostri, dove si è sempre di corsa e non si bada più di tanto ai cibi che ingeriamo. Sempre più sono le persone che preferiscono un fast-food ad un sano pranzo oppure ricorrono a cibi in scatola.

L’ipertensione però è causata anche dallo stress e non presentando sintomi visibili spesso viene messa in secondo piano, o meglio, molti non sanno nemmeno di soffrirne finchè tale disturbo non comporta ben più gravi conseguenze alla salute come può essere un infarto o un ictus. Per questo motivo è buona norma controllare la pressione sanguigna in modo regolare così da poter correre subito ai ripari in caso di pressione alta.

Il tonno aiuta ad abbassare la pressione

Tanti sono gli alimenti che aiutano ad abbassare la pressione e tra questi spicca sicuramente il tonno, un alimento non solo gustoso ma anche sano e ricco di Omega3, vitamine e proteine che difendono il nostro organismo da tante patologie e aiutano molto nel far abbassare la pressione arteriosa.

Tonno al naturale o in scatola?

Appurato che il tonno aiuta in modo sensibile all’abbassamento della pressione, la domanda che nasce d’istinto è la seguente: meglio al naturale o in scatola? Giusto come quesito ma la risposta non è scontata come si può credere, infatti il tonno fa benissimo sia al naturale che in scatola.

Mangiarlo al naturale darà un gusto unico, la freschezza del pesce appena pescato non ha eguali, ma in questo caso stiamo parlando delle sue proprietà benefiche e quindi si può tranquillamente affermare che anche quello in scatola mantiene le stesse proprietà benefiche del tonno appena pescato.

Questo dato è stato stabilito da molti studi effettuati sull’alimento che confermano quanto riportato in precedenza.

Tonno in scatola sì, ma quello giusto

Abbiamo appena spiegato che il tonno in scatola mantiene le stesse proprietà benefiche di quello appena pescato, ma bisogna sapere quale comprare, perchè per la conservazione viene effettuata in genere con il sale, il peggior nemico della pressione, quindi il tonno in scatola per abbassare la pressione è quello conservato in modo naturale, cioè con pochissimo contenuto di sodio.