Pompelmo e fertilità: verità o falso mito?

Il pompelmo è un frutto che apporta tantissimi benefici al nostro organismo, grazie alla presenza di bioflavonoidi, fibre, una grande quantità di Vitamina C ed è anche utile per coloro che vogliono perdere peso, perchè contiene pochissime calorie ma grazie al suo sapore agrodolce riesce a donare un senso di sazietà per molte ore, ecco perchè è indicato consumarlo come spuntino lontano dai pasti.

Questo frutto aiuta la digestione ed è un ottimo alleato per combattere alcune malattie come la febbre, la cistite, l’influenza e la stipsi. In più aiuta a ridurre i valori di colesterolo cattivo nel sangue e grazie alla presenza di potassio combatte l’ipertensione arteriosa risultando di conseguenza un valido supporto per il benessere del nostro cuore.

Al pompelmo viene associato un altro beneficio molto importante ed è quello di aumentare la fertilità. Sarà vero o è solo una delle tante leggende che circolano? La risposta la troverete di seguito.

Pompelmo e fertilità: tutta la verità

Come accennato in precedenza si vocifera che il pompelmo aiuti la fertilità e grazie all’esperienza e gli studi di alcuni medici possiamo in parte confermare questa tesi, anche se va ricordato che il frutto può essere di aiuto di certo non è miracoloso, ma entriamo nello specifico.

Le donne che vogliono diventare mamme devono sapere che bevendo due bicchieri di succo di pompelmo al giorno vedranno aumentare il muco cervicale grazie al contenuto di acidità presente in questo frutto, purchè sia succo di pompelmo naturale e ingerito senza zucchero.

Cosa è il muco cervicale

Il muco cervicale è una secrezione prodotta dalla parte interna della vagina che serve a difendere da infezioni esterne. Questo muco durante il ciclo mestruale si trasforma e riuscendo ad osservarlo la donna può sapere quale è il periodo del mese in cui è più alta la probabilità di rimanere incinta.

Come si può osservare il muco cervicale

Il muco cervicale la donna lo può osservare in modo molto semplice tenendo d’occhio la carta igienica quando ci si reca in bagno.

Quando si sta per avvicinare il periodo di fertilità, la donna comincerà a sentire spesso una sensazione di bagnato e sulla carta igienica si potrà notare del muco cervicale abbastanza chiaro di colore bianco perla. In questi giorni non si è ancora fertili perchè il muco è ancora denso e non lascia sopravvivere gli spermatozoi a lungo, ma solo dopo qualche giorno il colore del muco cambierà diventando trasparente e filante, ecco arrivato il momento propizio per un concepimento.

Questo periodo varia a seconda delle donne, infatti alcune riescono ad essere fertili per un solo giorno, mentre altre anche per più giorni ed è qui che arriva in soccorso il pompelmo con il suo succo.

Il succo di pompelmo aumenta la trasformazione del muco cervicale aiutando il protrarsi del tempo di fertilità, per questo è molto utile per tutte le donne che inseguono il sogno di diventare mamme.

Logicamente aumentando il periodo di fertilità si aumenta anche il tempo di sopravvivenza degli spermatozoi all’interno delle ovaie, quindi si può tranquillamente affermare che bere succo di pompelmo è davvero utile alla fertilità.

Le controindicazioni del pompelmo

Spiegato che il pompelmo è un valido alleato per l’aumento del periodo di fertilità va anche detto che può portare delle controindicazioni soprattutto nelle donne che assumono medicinali specifici, perchè alcune sostanze contenute nel frutto possono compromettere l’azione dei medicinali, quindi prima di assumere regolarmente il pompelmo in questo caso è obbligatorio parlare con il proprio medico curante, il quale vi indicherà la giusta strada da intraprendere.