Mandarino e diabete: si può mangiare o fa male? Ecco la risposta

Il mandarino è uno degli agrumi più salutari per il nostro organismo ed è anche tra i più consumati in Italia, grazie al suo particolare sapore e alle tantissime proprietà benefiche che apporta al nostro organismo. Ci si domanda spesso se questo frutto dal gusto molto dolce può essere mangiato anche da chi è diabetico ed in questo articolo daremo la risposta anche a questo quesito.

Le proprietà benefiche del mandarino

Il mandarino è un’ottima fonte di Vitamina C e contiene molti minerali, in più è formato da acqua, proteine, acido folico e fibre. E’ sicuramente il più calorico tra gli agrumi, infatti in 100 grammi sono presenti 72 calorie.

Mangiare mandarino aiuta il sistema immunitario nei mesi invernali proteggendolo dall’attacco delle malattie stagionali come raffreddore ed influenza. E’ molto utile anche per il cuore ed il cervello, infatti riduce il rischio di malattie cardiache e di ictus.

E’ un ottimo alleato contro il colesterolo, grazie alla presenza in esso di flavonoidi che riescono a far diminuire le trigliceridi del colesterolo “cattivo”. Consumare mandarino è indicato anche per abbassare la pressione arteriosa.

Grazie all’alto contenuto di Vitamina C è consigliato non solo per combattere i malanni di stagione, ma anche per l’asma e la bronchite.

Essendo anche ricco di fibre, il mandarino è un alleato contro la stitichezza e facilita anche la digestione.

Pur essendo molto calorico è indicato per chi vuole perdere peso, perchè i polifenoli in esso contenuti, sono utili per la modulazione del metabolismo lipidico e agevolano così la perdita di peso.

Mandarino e diabete: si può mangiare?

Eccoci giunti alla risposta che molti aspettavano e che forse sorprenderà, perchè nonostante le 72 calorie contenute in 100 grammi di frutto il mandarino può essere mangiato da chi soffre di diabete. Questo perchè i flavonoidi contenuti nel frutto hanno delle proprietà antiossidanti e anti-iperglicemiche. In più uno studio condotto in Canada ha dimostrato che i mandarini riescono a ridurre l’iperproduzione di insulina.

Detto ciò va anche specificato che per usufruire dei benefici di questo agrume le persone che soffrono di diabete non devono mai esagerare nel consumo di mandarini, altrimenti l’effetto sarà del tutto opposto e si va incontro al grosso rischio di un innalzamento della glicemia. Quindi è doveroso consultare il proprio specialista per conoscere quale sia la quantità giusta di mandarini da poter mangiare in presenza di diabete.

I benefici del mandarino per la pelle

Infine il mandarino apporta anche benefici alla pelle, infatti viene spesso impiegato nella preparazione di creme che combattono l’invecchiamento della pelle rendendola più morbida e idratata. Viene spesso usato anche l’olio di mandarino per combattere la cellulite e le smagliature, perchè contiene proprietà drenanti e depurative e utilizzato durante i massaggi facilita il riassorbimento dei liquidi.

 


Per restare aggiornato su questo argomento ti consigliamo di mettere un like alla nostra Pagina Facebook Ufficiale