Torino-Zaza, l’esclusione dell’attaccante vuol dire cessione a gennaio?

A Torino, sponda granata, potrebbe esserci una sorta di “caso” Zaza, dopo l’esclusione dalla gara vinta per 0-1 grazie a Bremer sul campo del Genoa, dove Mazzarri ha di fatto giocato senza punte di ruolo non potendo contare sul titolare Belotti, e lasciando Simone Zaza in panchina tutta la gara.

Nel dopo gara Mazzarri ha provato a giustificare la scelta, spiegando che ha deciso a dare spazio a chi si allena meglio in settimana e che di fatto non esistono più gerarchie fisse, parole che di fatto hanno il sapore di bocciatura.

Secondo Tuttosport se la situazione non cambierà nelle prossime gare le strade di Torino e Zaza potrebbero dividersi visto il mercato invernale che oramai è imminente, nonostante la diffocoltà nel trovare un acquirente disposto a sborsare i 14 milioni spesi ai tempi da Cairo per potarlo in granata, mentre è desicamente più percorribile la strada del prestito con diritto di riscatto, magari proprio al Sassuolo dove si fece di fatto notare ai più.


Per restare aggiornato su questo argomento ti consigliamo di mettere un like alla nostra Pagina Facebook Ufficiale