Ceferin (presidente UEFA): “Mai stato fan del VAR, sul fuorigioco ho una proposta”

Il presidente UEFA Aleksander Ceferin nel corso di un’intervista concessa al Daily Mirror ha espresso le proprie idee sulla gestione degli arbitraggi e sull’uso delle nuove regole e della tecnologia:

Il fuorigioco è diventato soggettivo, adesso se un giocatore ha il naso al di là può essere fischiato. Personalmente avrei una proposta in tal senso che verrà discussa con gli arbitri, ovvero una sorta di “tolleranza” di 10-20 centimetri per stabilire se è fuorigioco oppure no”.

Sul fallo di mano c’è stato un meeting con Klopp, Guardiola, Allegri, Ancelotti, Zidane e il nostro capo degli arbitri, Roberto Rosetti: ho mostrato loro un’azione con un fallo di mano chiedendo loro se fosse sanzionabile oppure no…ebbene metà si è detta a favore e l’altra metà contro, questo rende l’idea di quanto sia poco chiara e uniforme la regola”.

Personalmente non sono mai stato un fan del VAR, i guardalinee aspettano invece di alzare la bandierina e anche i giocatori hanno smesso di esultare, preferiscono aspettare prima il check. Gli arbitri sbaglieranno sempre, come sbagliano i calciatori sbagliano anche loro: su questo abbiamo discusso una settimana ma sul VAR nessuno sa di preciso chi sta decidendo”.


Per restare aggiornato su questo argomento ti consigliamo di mettere un like alla nostra Pagina Facebook Ufficiale