Colesterolo e cibo giapponese: fate attenzione, ecco cosa può accadere

Oramai la cucina giapponese sta spopolando in Italia, infatti sono sempre più i ristoranti di questo tipo che aprono ed hanno molto successo nel nostro Paese, soprattutto quelli che propongono sushi e sashimi, ma non solo, forse perchè il cibo giapponese è ritenuto anche molto salutare. Di seguito vi sveleremo quali sono i vantaggi di questa cucina, ma anche i problemi che può provocare.

I benefici del cibo giapponese

Partiamo dai lati positivi della cucina giapponese, essa è infatti in gran parte fresca e non lavorata, in più include diversi alimenti.

Mangiare cibo giapponese può ridurre i rischi di malattia cardiocircolatorie, malattie dovute all’età come il morbo di Alzheimer, è ideale per la dieta.

Le proprietà del cibo giapponese

L’alimentazione nipponica è povera di calorie, di grassi saturi, ma ricca si sostanze nutritive e di antiossidanti.

Il sushi nasconde molti rischi

Tra i cibi più in voga negli ultimi anni in Italia della cucina giapponese c’è sicuramente il sushi, ma mangiarlo nasconde rischi che vale la pena conoscere.

Prima di tutto va precisato che secondo le Leggi vigenti in Italia il sushi (così come il sashimi) non va preparato con pesce appena pescato, infatti la legge prevede che il pesce venga conservato prima per 24 ore ad una temperatura di meno 20 gradi prima di essere servito e questo perchè il congelamento uccide i parassiti presenti nel pesce proprio come riesce a fare la cottura.

Purtroppo molto spesso questa regola viene ignorata dai ristoratori giapponesi e ciò è stato appurato da un’indagine condotta da Altroconsumo (associazione che tutela i consumatori), la quale ha portato a galla il grave problema, infatti su 19 ristoranti solo 3 rispettano la Legge.

I gravi rischi del sushi

Passiamo a spiegare cosa accade se il sushi viene servito con pesce fresco. Una delle prime insidie nascoste è una larva dal nome Anisakis, che se ingerita può far manifestare sintomi allergici o anche alla peritonite.

Inoltre il pesce se non congelato sviluppa molti microrganismi che fanno manifestare una gastroenterite acuta, in più c’è il pericolo che si sviluppi nel pesce non conservato l’istamina, sostanza dal potere infiammatorie e allergenico.

Infine i pesci di grossa taglia possono provocare gravi intossicazioni, perchè se non congelati in precedenza contengono massicce quantità di mercurio e altri metalli tossici.

Colesterolo e cibo giapponese: ecco quale evitare

Per chi soffre di colesterolo alto è assolutamente da vietare tutto il cibo giapponese fritto, che è conosciuto con il nome di tempura. Questo tipo di alimentazione aumenta i rischi per chi soffre di colesterolo, quindi se amate l’alimentazione nipponica non fatevi ingannare dal nome tempura e prestate molta attenzione.

 


Per restare aggiornato su questo argomento ti consigliamo di mettere un like alla nostra Pagina Facebook Ufficiale