Cervicale, ecco i cibi per risolvere il problema velocemente

Uno dei disturbi più comuni della colonna vertebrale è quello a carico del collo, che viene spesso definito dolore “cervicale”. Si tratta di una situazione spesso molto invalidante per la persona che ne soffre, in quanto oltre al fastidio provocato dalla tensione muscolare (che spesso impedisce anche di girare la testa nella maniera corretta) subentrano anche altri problemi collaterali, come il mal di testa, le vertigini e nei casi più gravi anche la nausea e il vomito. Ma cosa scatena principalmente la cervicale? Di sicuro l’abuso di aria condizionata, così come il non asciugarsi bene i capelli e il collo dopo aver fatto la doccia o il bagno, specialmente nei mesi autunnali e invernali. 


Continua a leggere:

Cervicale, perchè si manifesta 

Inoltre, assumere spesso posture scorrette può portare alla lunga al manifestarsi di quel disturbo muscolo-scheletrico noto come “cervicale”: pensiamo ad esempio a coloro che passano molte ore in ufficio davanti al computer, spesso in posizioni tutt’altro che ideali per il nostro corpo. In più, non si può non sottolineare il ritmo frenetico che caratterizza i tempi di oggi, che porta ad accumulare ansia e stress che “scarichiamo” su punti precisi del nostro organismo, provocando disordini alimentari o muscolari: la cervicale è senza ombra di dubbio un problema che ha tra le tante cause anche il forte stress. 

Come fare, quindi, per curare questo disturbo? Prima di tutto bisognerebbe fare attenzione alle posture assunte durante la giornata, evitando di sovraccaricare i muscoli del collo. Inoltre, è sempre opportuno fare della ginnastica per sciogliere la muscolatura; in più, si possono effettuare delle terapie mirate con un fisioterapista o un osteopata, a seconda delle caratteristiche del fastidio. Tuttavia, un altro aspetto molto importante è quello dell’alimentazione, che spesso viene poco considerato. I problemi muscolo-scheletrici possono derivare anche da un’alimentazione scorretta, basata su cibi ricchi di grassi e consumata in maniera non pertinente. 

D’altronde, se si mangia male il corpo andrà a prelevare ciò di cui ha bisogno nel tessuto muscolare, che sarà quindi meno forte e tenderà più facilmente ad infiammarsi. Stesso discorso se si è troppo sedentari, dato che stare troppo seduti va a ridurre la massa muscolare. Per provare a far sparire il disturbo cervicale bisogna quindi introdurre nella nostra dieta alimenti come frutta e verdura. Ogni giorno è bene consumare almeno 3 frutti diversi, e gli specialisti consigliano di mangiare un po’ di verdura praticamente tutti i giorni. Per migliorare la situazione a livello cervicale bisogna ridurre sensibilmente il consumo di formaggi, affettati e insaccati: sono ricchi di sodio, una sostanza che va a ridurre l’idratazione delle cellule. 

Cervicale, serve anche la giusta colazione 

I pasti devono essere 5 durante la giornata, con spuntini (possibilmente frutta) a metà mattinata e metà pomeriggio. Se si vuole eliminare il dolore cervicale bisogna anche provvedere ad una colazione abbondante, costituita dalla giusta dose di carboidrati: fette biscottate e biscotti possono andare bene, magari accompagnati ad una tazzina di caffè o del thè con un cucchiaino di zucchero. Anche a colazione si può mangiare un frutto, meglio ancora se si riesce a mangiarne due. A pranzo meglio non esagerare con i carboidrati: un piatto di pasta (o di riso) è perfetto, in alternativa un po’ di patate. A cena, invece, meglio concentrarsi solo sulle verdure e su alimenti ricchi di proteine: un uovo, ad esempio, ma anche una fettina di carne.