Mangiare una mela prima di un pasto abbondante fa bene? Ecco la risposta

La mela ha un contenuto energetico abbastanza basso, generalmente una mela dalle modeste dimensioni pesa circa 250 grammi e fornisce intorno alle 126 kcal. In una dieta sana e bilanciata può essere mangiata come spuntino, come colazione o in alcuni casi anche come chiusura di un pasto principale. Le calorie che fornisce sono principalmente derivanti dai carboidrati, mentre proteine e grassi sono decisamente presenti in quantitativo minore.

I carboidrati maggiormente presenti sono semplici, costituiti  principalmente dal fruttosio, lo zucchero tipico della frutta. Le mele, inoltre, contengono discrete concentrazioni di fibre solubili. Mentre ilcolesterolo è assente. Per quanto riguarda le vitamine, la più presente risulta essere la vitamina C; mentre tra i sali minerali presenti, il potassio è quello maggiormente rappresentato.

In porzioni adeguate non presentano particolari controindicazioni, ma ad ogni modo come tutti gli altri alimenti, non bisogna mai esagerare nelle porzioni e nella frequenza di consumo, specialmente quando si è in sovrappeso o si è affetti da diabete mellito di tipo 2.

Benefici della mela

La mela è un frutto che contribuisce al mantenimento dello stato di salute. Può agire positivamente, ad esempio, sul colesterolo, è un buon alleato per eliminare i chili di troppo. Tutto questo, ovviamente, questo se sono consumate in modo responsabile, introdotte in un regime dietetico equilibrato, meglio ancora se accompagnato da attività fisica. Inoltre per la presenza di fibre, anche se sono presenti zuccheri facilmente digeribili, non verrà generato un picco glicemico, dunque è un frutto che può essere tranquillamente utilizzato anche da persone diabetiche, in quantità moderate.

La mela prima di un pasto

Iniziamo con il dire la mela è un alimento adatto da consumare prima di un pasto. Essa ad esempio è un ottimo spezza fame, mentre si sta cucinando e si presenta un languorino, o mentre attendiamo che si faccia l’orario del pasto vero e proprio. Sgranocchiare la mela è dunque una buona alternativa a cibi meno sani. Si consiglia di accostarla ad un bel bicchiere di acqua.

La sua capacità di aumentare il senso di sazietà è dovuto alla presenza di una fibra solubile nota come pectina. La pectina, infatti, aiuta a controllare il senso di fame, aiuta a mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo ematico e favorisce l’equilibrio intestinale.

Abbiamo specificato che sarebbe meglio consumare un bicchiere d’acqua con la mela, questo consiglio deriva dal fatto che la pectina in presenza di acqua riesce a formare all’interno del nostro intestino una sorta di massa gelatinosa. Questo composto gelatinoso va ad intrappolare al suo interno gli zuccheri e i grassi, che quindi non verranno del tutto assorbiti dal nostro organismo.

Ovviamente va ricordato che sarebbe sempre meglio non eccedere nel quantitativo consumato, specialmente prima di un pasto abbondante, per non introdurre troppe calorie in un solo pasto. Consumata a stomaco vuoto, inoltre, aumenta l’assorbimento dei suoi nutrienti.

La mela meglio con o senza la buccia?

Questa è una cosa che dipende molto dai gusti personali, sicuramente nella buccia sono presenti molti composti con un’azione benefica per il nostro organismo. E’ important, però, ricordare che sulla buccia si concentrano i microrganismo, le sostanze tossiche, i pesticidi, l’inquinamento ambientale, per cui se si vuole consumare la mela con la buccia sarebbe meglio pulirla adeguatamente.


Per restare aggiornato su questo argomento ti consigliamo di mettere un like alla nostra Pagina Facebook Ufficiale