Clamoroso: Manchester City escluso dalle due prossime Champions League

Il Manchester City attendeva una sentenza dura da parte della UEFA per aver violato diverse regole relative al Fair Play Finanziario, ma difficilmente era preventivabile una mano così pesante: i Citizens sono stati infatti non potranno partecipare alle prossime 2 edizioni di Champions League, ed ha ricevuto una pesante multa da 30 milioni di euro.

Il club di Manchester era finito nell’occhio del ciclone a cause di cifre “gonfiate” relative agli accordi di sponsorizzazione nei bilanci UEFA:

“La Camera Giudiziaria dell’Organo di Controllo Finanziario dei Club, dopo l’udienza del 22 gennaio 2020, ha oggi notificato al Manchester City la sentenza definitiva. […] La Camera ha trovato il club colpevole di aver seriamente infranto le regole del Fair Play Finanziario, aumentando i ricavi da sponsorizzazioni nei suoi conti presentati all’UEFA tra il 2012 e il 2016. Inoltre ha constatato che il club ha mancato di collaborare nelle indagini per il caso. Ha così imposto che il City dovrebbe essere escluso dalle competizioni UEFA per le prossime due stagioni e pagare una multa di 30 milioni di euro. La decisione è soggetta ad appello alla Corta dell’Arbitrato dello Sport”.

Il club si definisce “deluso ma non sorpreso” ed è pronto a dar battaglia legale alla UEFA con un ricorso al CAS, spostando quindi il teatro della vicenda nei tribunali.


Per restare aggiornato su questo argomento ti consigliamo di mettere un like alla nostra Pagina Facebook Ufficiale