I broccoli si possono congelare? Attenzione, ecco la risposta! 

I broccoli si possono congelare? Attenzione, ecco la risposta! 

I broccoli sono una tra le verdure che hanno importanti benefici per la salute, spesso si acquistano freschi ma vediamo se, per conservarli più a lungo, possono essere anche congelati

I broccoli possono essere congelati?

I broccoli si possono congelare e questa tecnica permette di avere a disposizione questa verdura all’occorrenza. Potresti averne acquistata una quantità che non sei riuscita a consumare e questo è un metodo perfetto per evitare sprechi. Prima occorre lavarli sotto l’acqua per eliminare ogni residuo di terra, poi vanno sbollentati ma solo qualche minuto per evitare che perdano tutte le loro preziose sostanze. Devi sempre usare una pentola molto capiente che permetta di farli dare un buon bollore rapido. Usa una schiumarola per poterli scolare e immergili in acqua fredda. Disponili su uno strofinaccio e aspetta che si raffreddino. Utilizza dei sacchetti per il congelatore e indica la data: si conservano per sei mesi. Devi lasciarli scongelare prima di usarli e mi raccomando vanno scongelati sempre all’interno del frigorifero. In alternativa, così congelati immergili in acqua bollente e prosegui la cottura. I broccoli cotti hanno una durata inferiore nel congelatore: solo una settimana.




 Del broccolo puoi utilizzare anche il gambo e quindi di questa preziosa verdura non butteresti nulla. Contiene numerose fibre per aiutare la funzionalità intestinale, proteine per la crescita muscolare, vitamina C che sostiene la formazione del collagene, folati per diminuire il senso di stanchezza, vitamina K per prevenire l’osteoporosi. Inoltre, la presenza di potassio e fosforo influisce positivamente sulla pressione sanguigna e rafforza anche il sistema immunitario. È proprio su quest’ultimo aspetto che si sono concentrate le ricerche che lo hanno evidenziato come un alimento in grado di prevenire la formazione del cancro. 

Come utilizzare i broccoli 

I broccoli possono essere utilizzati in svariati modi per la preparazione di primi piatti ma anche contorni. Con la pasta o il riso sono un ottimo condimento per un primo piatto completo. È preferibile una cottura al vapore così che tutti gli elementi essenziali possano in essi rimanere concentrati. Sono gustosi anche semplicemente conditi con olio e un po’ di sale. Puoi prepararci una frittata oppure, per la tua colazione salata, dei pancake ai broccoli. Possono essere mangiati senza particolari problemi escludendoli dalla tua alimentazione se hai problemi di fluidificazione del sangue o alla tiroide.

Quando cucini i broccoli si riconosce dall’odore perché contengono zolfo, seppur in piccole quantità. Usa del succo di limone nell’acqua di cottura così da assorbirlo. Acquista sempre broccoli freschi e poi eventualmente congelali così da porzionarli e averli pronti per le tue pietanze. 

Per una salsa gustosa e delicata puoi preparare il pesto di broccoli. A renderlo davvero saporito è la qualità del broccolo che va usato tutto tagliato sottile e sbollentato. In un tegame fai intiepidire l’olio e aggiungi i broccoli. Unisci il sale e un po’ di pepe nero. Frulla il tutto assieme a delle mandorle per ottenere una crema densa. Versa dell’olio per renderla ancora più cremosa e aggiungila alla pasta o farcisci dei crostini.