Mangiare miele tutti i giorni fa bene? Ecco la risposta 

Mangiare miele tutti i giorni fa bene? Ecco la risposta 

Mangiare miele tutti i giorni fa bene? A quanto pare sì e i benefici per la nostra salute sono innumerevoli. Usato spesso come sostituto dello zucchero poiché meno calorico, è possibile mangiare il miele ogni giorno ma senza eccedere: gli specialisti raccomandano di assumerne al massimo tre cucchiaini, ovvero trenta grammi circa. Ma quali sono i benefici che il miele regala al nostro organismo? 

Miele: proprietà e benefici 

Il miele è un super cibo alleato del nostro benessere e se consumato con moderazione, aiuta il nostro corpo a restare in salute poiché è un alimento naturale ricco di vitamine, di proteine e di antiossidanti. Un cucchiaino al mattino, magari dentro la nostra tisana preferita o su una fetta biscottata, stimola e riattiva il nostro metabolismo: per questo motivo aiuta a dimagrire. Il miele svolge una funzione antisettica: se soffrite di mal di stomaco o il vostro tratto gastrointestinale è irritato, agirà da calmante sulle vostre mucose.




È un lassativo naturale poiché contenendo enormi quantità di fruttosio, è efficace contro la stipsi. Il miele svolge un’azione rilassante grazie al glucosio in esso contenuto: se siete nervosi, stressati, affaticati o non riuscite a dormire, il miele vi aiuterà a distendere i nervi favorendo al vostro corpo un sano riposo. È inoltre un ottimo rimedio contro il mal di testa: gli antiossidanti presenti nel miele aiutano a contrastare le terribili emicranie di cui talvolta siamo vittime. È amico del nostro cuore e del colesterolo: assumerlo ogni giorno vi aiuterà a diminuire la concentrazione del colesterolo nel vostro sangue. Se siete debilitati, vi darà un’enorme carica di energia utile per affrontare la vostra giornata lavorativa. È un ‘anti – depressivo’ naturale, in quanto in grado di donare buonumore e aiutare il corpo nella produzione di serotonina.  Se mangiato quotidianamente, anche la vostra pelle vi ringrazierà: le proprietà antibatteriche e quelle antiossidanti in esso contenuti, miglioreranno l’aspetto del vostro viso purificandolo. 

Il miele: una tradizione molto lunga e antica 

Il miele ha una storia davvero antichissima. Sapevate che le api sono comparse per la prima volta 50.000 anni fa? E che per gli antichi egizi il miele era un cibo divino e veniva usato anche per accompagnare i morti nell’aldilà? Graffiti, quadri, canti, narrazioni, rituali, ricette, attestano quanto questo alimento sia sempre stato importante e presente nella vita dell’uomo.

L’antropologo e filosofo francese Claude Lévi – Strauss ha scritto che “le metafore che si ispirano al miele sono fra le più antiche della nostra lingua e di altre che l’hanno preceduta nel tempo. Gli inni vedici associano spesso il latte e il miele che, secondo la Bibbia, scorreranno nella Terra Promessa. «Più dolci del miele» sono le parole del Signore. I babilonesi facevano del miele l’offerta agli dei per eccellenza, giacché questi dei esigevano un cibo che non fosse toccato dal fuoco. Nell’Iliade alcune giare di miele servono da offerta ai morti”, donandoci così una meravigliosa e sintetica immagine relativa a questo nettare così speciale, nella storia e nel tempo.