Napoli, l’attacco verso una mini rivoluzione: Milik e Lozano probabili partenti, Azmoun è il nuovo nome

Marzo è iniziato da poco, ma nonostante si l’inizio del calciomercato appaia ancora piuttosto lontano, il Napoli così come altre società di serie A inizia a guardarsi intorno in vista della prossima stagione, pur non avendo ancora la certezza su chi sarà la guida tecnica, sebbene Gattuso si sia preso guadagnato la fiducia della dirigenza e dei tifosi.

In particolare il reparto offensivo subirà molto probabilmente diversi cambiamenti, al netto di una rivoluzione che è già parzialmente incominciata, con gli azzurri che hanno già ultimato l’acquisto di Andrea Petagna, lasciato fino a fine stagione alla SPAL che andrà sicuramente a sostituire uno tra Milik e Lozano.




Il futuro di questi ultimi appare differente seppur li accomuna una possibile partenza a fine stagione: l’ariete polacco necessita di un posto da titolare sicuro per rendere al meglio, e il 4-3-3 di Gattuso non sembra avvantaggiare un tipo di attaccante come l’ex Ajax, con le procedure di rinnovo che non sono vicine ad un’intesa. Discorso diverso, ma non troppo, per Hirving Lozano, che pare non essersi ambientato fin dalla gestione Ancelotti e che ha trovato praticamente zero spazio sotto la guida Gattuso.

Entrambi potranno garantire un certo guadagno da poter reinvestire su un altro attaccante per affiancare Petagna, visto che anche Llorente, ha visto progressivamente perdere anch’esso gerarchie dall’arrivo dell’allenatore subentrato alcuni mesi fa: secondo il Corriere dello Sport il DS Giuntoli avrebbe puntato all’attaccante iraniano attualmente militante nello Zenit di San Pietroburgo Sardar Azmoun che ha un contratto con il club russo attualmente in scadenza nel 2022. Il calciatore soprannominato il “Messi d’Iran” viene seguito con costanza dal club azzurro, vista la grande facilità dell’attaccante nell’andare a rete, mentre restano sempre attuali i nomi di Boga del Sassuolo e Mateta, già “corteggiato” dai partenopei lo scorso gennaio.