Fantacalcio e CoronaVirus: ecco l’idea che sensibilizza l’Italia intera

L’emergenza CoronaVirus sta fermando anche lo sport e tutti, ormai, siamo nelle nostre case per provare, il prima possibile, a tornare a vivere la vita di tutti i giorni. Molti dubbi nascono comunque tra i tanti appassionati di Fantacalcio che non sanno, a questo punto, se le proprie competizioni andranno avanti. Il campionato di Serie A, così come tutte le competizioni europee, sembrano infatti a forte rischio sospensione.

Per questo motivo, ma anche per un grande senso civico, l’idea di donare il montepremi del Fantacalcio agli ospedali. L’iniziativa nasce da un gruppo di ragazzi di Cefalù, paese che si trova in provincia di Palermo, e che hanno deciso all’unanimità di rinunciare ai premi finali pur di sconfiggere l’emergenza.




“Alla luce dei tristi fatti che vedono coinvolto l’ intero globo e, nello specifico, la nostra amata Nazione, da un gruppo di amici di Cefalù è nata un’ idea: destinare l’intera quota di partecipazione del fantacalcio alle strutture ospedaliere che, in questo particolare momento storico, necessitano più che mai di materiali sanitari per contenere la brutta bestia chiamata COVID-19! Per chi volesse seguire questa bellissima (si, consentitecelo) scia di solidarietà, non dovrete far altro che restare sintonizzati in attesa di ulteriori aggiornamenti!”

Queste le parole dei ragazzi cefaludesi che in prima persona stanno provando a sensibilizzare tutti i propri “colleghi” fantallenatori. Per tutte le informazioni si può scrivere via Whatsapp al 327.7865779.