Addio a Gianni Mura, lo storico giornalista di la Repubblica scompare a 74 anni

Giorno di lutto per il giornalismo italiano: Gianni Mura è morto a 74 anni a causa di un arresto cardiaco improvviso, il celebre giornalista sportivo del quotidiano La Repubblica che a lungo ha raccontato di sport, dal calcio al ciclismo (è stato tra i più grandi raccontatori del Tour de France) e venendo considerato tra le migliori firme del nostro paese, sotto molti punti di vista l’unico erede “spirituale” di Gianni Brera.

SPECIALE BONUS SCOMMESSE DA 350€
Promozione valida SOLO OGGI su Sisal

La sua scomparsa ha colpito tutto il panorama sportivo (e non solo) del nostro paese: tanti i club calcistici hanno espresso il proprio cordoglio attraverso i propri canali ufficiali, in primis il presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino:

Ha raccontato pagine memorabili della storia del calcio, del ciclismo e dello sport in generale – ha invece scritto l’Inter in una nota pubblicata sul suo sito – Lo ha fatto con uno stile unico, accompagnando i lettori con i suoi articoli, le sue interviste e le sue rubriche cariche di spunti, arguzia, poesia. Una delle espressioni più grandi e migliori del giornalismo sportivo italiano. Non solo sport: ha portato il suo contributo e le sue parole anche su riviste di associazioni umanitarie, lasciando sempre un segno profondo“.