Allenamenti: Milan, Lecce e Sassuolo li sospendono. La Lazio rinvia al 26 Marzo

Le squadre di Serie A si stanno spaccando attorno al nodo legato agli allenamenti dei propri tesserati. Nelle scorse ore il presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, Damiano Tommasi, ha fatto capire in modo esplicito che la posizione dei giocatori è quella di evitare ogni tipo di rischio per la propria salute. Lo ha detto nel corso di un’intervista al Corriere dello Sport in cui gli è stato chiesto esplicitamente della scelta della Lazio di riprendere ad allenarsi lunedì 23 Marzo, dopodomani. Queste le parole di Tommasi.

“Chi pensa di avvantaggiarsi facendo allenare i suoi tesserati, non so cosa abbia in mente. Lo dico senza voler fare polemiche perché questo non è il momento delle polemiche. Allenarsi ora, due mesi prima della ripresa del campionato, però non ha senso. Ed è pure pericoloso. In Spagna ci sono decine di giocatori positivi, mentre in Italia non tutti hanno fatto il test e ci sono più asintomatici di quelli che si pensa. Lotito forse avrà buoni informatori e saprà quando davvero si ricomincerà il campionato”.




La Lazio, a quanto si apprende, ha deciso di prorogare la ripresa degli allenamenti al 26 Marzo. L’altra squadra che dovrebbe riprendere gli allenamenti a breve, il prossimo 25, è il Napoli, che ha concesso una settimana di riposo e di lavoro a casa ai propri tesserati dopo l’annullamento della trasferta di Barcelona. Su ben altre posizioni sono, invece, altre società. È notizia di oggi che Sassuolo e Lecce hanno sospeso gli allenamenti a tempo indeterminato, riservandosi di comunicare la regolare ripresa in un secondo momento.

Questo il comunicato del Sassuolo: “L’U.S. Sassuolo Calcio, preso atto delle ultime evoluzioni dell’emergenza Covid-19 su tutto il territorio nazionale, vista la sospensione dei campionati, considerate le ultime indicazioni della FMSI, comunica che sarà prorogata la sospensione di qualsiasi attività sportiva e non presso il Mapei Football Center con successiva comunicazione nell’imminenza della ripresa dell’attività”.

Questo, invece, quello del Lecce: “L’U.S. Lecce spa comunica che, vista l’attuale situazione di emergenza sanitaria, la ripresa degli allenamenti, fissata per lunedì 23 marzo p.v, è stata posticipata a data da destinarsi. La condizione fisica e lo stato di salute dei calciatori continueranno ad essere monitorate giornalmente, a distanza, dallo staff tecnico e da quello medico”.

La scelta ricalca quella fatta anche dal Milan, che nei giorni scorsi ha annunciato lo stop a tutti gli allenamenti “almeno fino al 3 Aprile”. Che, ricordiamo, è la data prevista per il primo termine del DCPM Conte che ha bloccato le attività di spettacolo, sport inclusi. La sensazione è che il decreto venga prorogato, e che i tempi, quindi, si allunghino ulteriormente. Ricordiamo anche che Juventus, Inter, Sampdoria, Verona e Fiorentina vedono i propri tesserati attualmente in quarantena per i casi di positività di alcuni giocatori.

Foto: AcMilan.com