Cosa succede a chi mangia spinaci crudi? Ecco la risposta

Gli spinaci donano all’organismo un consistente apporto di ferro. Ma gli spinaci in cucina devono essere necessariamente sempre cotti? Cosa succede a chi mangia spinaci crudi? Ecco la risposta.

Mangiare spinaci crudi

Cosa succede a chi mangia spinaci crudi? Ecco la risposta: chi mangia spinaci crudi fa il pieno di vitamine A, del gruppo B, C, E, K e di importanti sali minerali come il ferro, il potassio, il calcio, il fosforo e il magnesio. Gli spinaci crudi contengono importanti sostanze antiossidanti che rallentano l’invecchiamento cellulare e contrastano la pericolosa azione dei radicali liberi, i principali colpevoli dell’insorgenza di patologie tumorali nell’organismo.

Mangiare spinaci crudi aiuta a tenere sotto controllo la pressione arteriosa, infonde il senso di sazietà, aiuta la dieta dimagrante, evita di farci cadere nella trappola degli spuntini fuori pasto. Gli spinaci crudi sono meno calorici e nutrienti rispetto agli spinaci cotti che, tramite la cottura, perdono quasi tutte le loro proprietà nutritive e benefiche.

Come mangiare gli spinaci crudi

Abbiamo capito che consumare gli spinaci non cotti è meglio per la nostra salute. Come mangiare dunque gli spinaci crudi? Quali piatti possiamo preparare? Innanzitutto dobbiamo partire dall’acquisto, concentrando la nostra scelta nei confronti di prodotti prevalentemente biologici. Dovremo quindi lavare bene i nostri spinaci sotto un getto di acqua fredda corrente per eliminare ogni residuo organico terroso. Allo scopo può essere utile porre gli spinaci in ammollo per 10 minuti all’interno di una ciotola con acqua e bicarbonato. Potremo quindi tamponare gli spinaci con un canovaccio per asciugarli e utilizzarli in cucina.

Con i nostri spinaci crudi possiamo preparare un’insalata insieme ai pinoli, condita con un filo di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale, dell’aceto e una manciata di pepe nero. Per un piatto unico possiamo cucinare gli spinaci con il farro e i fagioli oppure con le mele e il limone: gli spinaci crudi si prestano infatti anche ad accostamenti con la frutta.

Come conservare gli spinaci

Come possiamo conservare i nostri spinaci crudi dopo l’acquisto? Quando compriamo gli spinaci freschi, dobbiamo metterli in frigorifero e consumarli entro un paio di giorni. Questo tipo di verdura tende infatti a marcire più in fretta di altre.

Gli spinaci crudi possono anche essere congelati. L’importante è assicurarsi che le foglie siano asciutte quindi potrete riporli all’interno di una centrifuga per insalate. Dovrete compattare bene gli spinaci in modo che non resti troppo spazio tra una foglia e l’altra. Imprimete quindi un’etichetta adesiva sulla centrifuga e, con un pennarello indelebile di colore nero, scrivete la data del congelamento di queste verdure: da quel giorno in avanti, gli spinaci congelati avranno una validità di massimo 6 mesi per il loro consumo.