Home » La pasta frolla si può congelare? Ecco la risposta

La pasta frolla si può congelare? Ecco la risposta

La pasta frolla si utilizza per le creazioni culinarie relative all’ambito della pasticceria e dei dolci. Ma possiamo conservare la pasta frolla preparata e usarla in un secondo tempo? La pasta frolla si può congelare? Ecco la risposta.

La pasta frolla: cos’è

La pasta frolla è principalmente un impasto di farina, uova, burro, sale e zucchero cui possono essere aggiunti il lievito e aromi come vaniglia e scorza di agrumi. L’impasto viene lavorato in modo da ottenere un aspetto compatto. In cucina la pasta frolla si usa tipicamente per realizzare dolci come torte, crostate, pasticcini o biscotti. Dopo la cottura in forno la pasta frolla diventa molto friabile.

Esistono diversi tipi di pasta frolla specifica per biscotti o per crostate oppure la particolare pasta frolla montata, che viene usata per realizzare prodotti cremosi di piccola pasticceria. Un tipologia di pasta frolla che poi è davvero particolare è la frolla ovis mollis, per la realizzazione della quale si utilizzano tuorli d’uovo sodi e setacciati. Con la pasta frolla ovis molis si ottengono biscotti e pasticcini farinosi da pasticceria fine.

Come preparare la pasta frolla?

Preparare la pasta frolla è molto semplice. Se ad esempio vogliamo preparare una crostata possiamo usare i seguenti ingredienti:

  • 250 grammi di farina bianca 00;
  • 2 uova;
  • 125 grammi di burro;
  • 120 grammi di zucchero bianco;
  • La scorza grattuggiata di un limone;
  • 1 cucchiaio di bicarbonato.

Per preparare la pasta frolla dovrete disporre la farina a fontana su un ripiano quindi fare un buco con le dita e mettete al centro lo zucchero. Aggiungerete ora le uova, il burro tagliato a pezzetti, la scorza grattugiata di un limone e un cucchiaio di bicarbonato. Impasterete compattando con le mani e formando una palla. Avvolgerete con una pellicola per alimenti e metterete in frigo per un’ora. Trascorso il tempo toglierete e stenderete la pasta frolla su un piano infarinato con un mattarello, dando lo spessore di un dito, per utilizzarla come base della crostata.

A questo punto però se volessimo congelare la pasta frolla e utilizzarla più avanti possiamo farlo?

La pasta frolla si può congelare?

La pasta frolla si può congelare? Ecco la risposta: si la pasta frolla si può congelare appena è stata preparata quindi non cotta. L’umidità andrebbe infatti a comprometterne la consistenza.

Potete congelare la pasta frolla così com’è o direttamente nella tortiera, mossa utile per avere a portata di mano un dolce già pronto da infornare. Dovrete rivestire la pasta frolla o l’intera tortiera con una pellicola trasparente e poi metterla in un sacchetto per alimenti congelati. Dovrete quindi apporre un’etichetta adesiva sul sacchetto e, con un pennarello indelebile di colore nero, scrivere la data di congelamento dell’alimento. La pasta frolla così congelata avrà una validità di 3 mesi per il consumo.