Batteri sugli smartphone: ecco come accorgersene e come risolvere

Consigli per igienizzare uno degli oggetti più sporchi con cui abbiamo a che fare.

Lo smartphone è uno degli oggetti più sporchi che tocchiamo. Per rendersene conto basta ricordare che, secondo alcune rilevazioni, è caratterizzato dalla presenza di una quantità di batteri superiore a quella che possiamo trovare sulla tavoletta del wc.

A dimostrazione ulteriore di ciò è possibile chiamare in causa l’esperimento di un gruppo di studenti dell’Università del Surrey, che hanno posizionato i loro smartphone sui vetrini per il monitoraggio della crescita batterica.

Cosa hanno scoperto? Batteri palesemente visibili. Tra questi, è stato individuato lo Staphylococcus aureus, pericoloso in quanto potenzialmente in grado di causare infezioni alla pelle.

Data questa doverosa premessa, è naturale chiedersi cosa fare per pulire al meglio il proprio smartphone. Scopriamo assieme, nelle prossime righe, le risposte a questo importantissimo interrogativo.

Cosa utilizzare per pulire lo smartphone

Il primo passo da seguire quando si parla di come pulire lo schermo dello smartphone riguarda il ‘cosa’ utilizzare e il ‘cosa’ evitare. Essenziale è non procedere alla pulizia con i fazzoletti di carta. Il rischio, impiegandoli, è quello di graffiare lo schermo.

Un focus specifico deve essere dedicato anche ai prodotti. Meglio evitare quelli eccessivamente abrasivi. L’optimum è il sapone delicato per le mani, che dovrebbe essere mescolato all’acqua. Per quanto riguarda lo strumento da passare sul device, facciamo presente che l’opzione migliore è il panno delicato che non rilascia pelucchi.

In alcuni casi, ossia quando è sporco anche l’alloggiamento della SIM, può rivelarsi molto utile anche il ricorso a uno stuzzicadenti o a un bastoncino per la pulizia delle orecchie. Detto questo, entriamo nel dettaglio dei passi pratici da seguire per pulire lo smartphone.

Come pulire lo smartphone: breve guida passo dopo passo

Per pulire lo smartphone, bisogna iniziare spegnendolo e rimuovendo tutti gli accessori. Il passo successivo prevede il fatto di mescolare acqua e sapone per le mani, cercando di non esagerare con quest’ultimo prodotto.

A questo punto, si immerge il panno delicato nella soluzione, facendo attenzione a non bagnarlo troppo. Successivamente, si comincia a strofinare la superficie dello smartphone, facendo attenzione a concentrarsi su ogni angolo. Attenzione: anche se il proprio device è resistente all’acqua, noon deve in alcun modo essere immerso nella soluzione sopra ricordata.

Archiviato questo step, bisogna prendere un panno asciutto ed eliminare l’umidità rimasta. Nelle righe precedenti, abbiamo parlato della pulizia dell’alloggiamento della SIM, che può essere messa in atto utilizzando un bastoncino per le orecchie immerso nel detergente. Il supporto sopra ricordato deve poi essere asciugato con un panno.