Bere camomilla riduce il rischio di morte: verità o falso mito?

Attenzione a bere camomilla scaduta: ecco cosa potrebbe accadere 

La camomilla oltre ad essere una bevanda rilassante è sempre stata usata anche dalle nostre nonne come medicinale naturale per curare tosse e raffreddore. Ma bere camomilla riduce il rischio di morte? In questo articolo riporteremo quello che gli studi hanno dichiarato.

Bere camomilla tutti i giorni allunga la vita?

Chi beve tutti i giorni camomilla vive più a lungo. Lo sostengono alcuni ricercatori dell’Università del Texas negli Stati Uniti. Grazie alle loro ricerche hanno scoperto che bere ogni giorno un infuso di fiori di camomilla riduce del 29% il rischio di morte prematura rispetto a coloro che non assumono quotidianamente questo infuso.

La ricerca ha preso quale campione 1.677 uomini e donne di origine ispano-messicana, tenuti sotto controllo per 7 anni. In particolare, la riduzione del rischio di decesso sarebbe particolarmente evidente nelle donne dai 65 anni in poi.

Le conclusioni dei ricercatori texani hanno bisogno di altre conferme scientifiche. La camomilla è la pianta più utilizzata per le cure naturali.

Quanta camomilla si può bere al giorno?

Una risposta precisa a questa domanda non esiste. In genere gli specialisti consigliano di consumare 1-2 tazzine al giorno, ma prove scientifiche su eventuali benefici o controindicazioni dovuti al dosaggio giornaliero non esistono. Un solo effetto collaterale è stato dimostrato nel caso di consumo giornaliero eccessivo di questa bevanda e cioè  agitazione e irritabilità. La camomilla, infatti, in genere viene assunta proprio per combattere ansia, agitazione e irritabilità. La camomilla infatti, è un rimedio eccellente per rilassare corpo e psiche.

I benefici della camomilla

Bere camomilla è uno dei rimedi naturali più noti per riuscire a dormire meglio e per sconfiggere l’insonnia, questo perchè contiene sostanze dall’effetto rilassante, che calmano i nervi e i muscoli. La camomilla allevia i crampi e i dolori mestruali ed è considerata un rimedio naturale utile per placare i sintomi del raffreddore e dell’influenza. Respirare i vapori dell’infuso di camomilla, per esempio, contribuisce a liberare le vie respiratorie. La camomilla allevia il mal di testa e riduce anche l’infiammazione. La camomilla è adatta alle persone che soffrono di diabete.