“Non buttare il latte scaduto!”: incredibile, ecco come utilizzarlo

Il latte, anche se scade non va buttato via, perché si può utilizzare in diversi modi. Ecco qualche idea buona di come riutilizzarlo una volta scaduto.

Il latte avariato

Avvolte può capitare di entrare in frigo e trovare che la bottiglia di latte, mostra l’etichetta con la data di scadenza passata. In questo caso, il latte non si può più bere, senza rincorrere in problemi di malessere ed indigestione, quindi come possiamo sfruttare questo alimento già avariato?  Il latte avariato si può sapientemente riciclare in cucina e non solo.
Il latte avariato ha un brutto odore del tipo acido e più giorni passano più intenso l’odore cattivo. Se non consumiamo il latte prima che scade,  finiremo per sprecare soldi e materia prima preziosa.

Latte scaduto in cucina

Un noto chef, consiglia di utilizzarlo anche per i dolci, se il latte è scaduto non più di due giorni. Può sostituire benissimo il latticello, ed servire per preparare dolci, come biscotti o pancakes. Alcuni sostengono che col latte scaduto, certi prodotti da forno riescono meglio che col latte buono. Questo succede grazie alla presenza maggiore di acidità. Qualcuno, se ne serve per produrre formaggi freschi in casa. 
Va notato, che solo il latte pastorizzato e non crudo, si può riciclare in cucina, onde evitare problemi del tipo gastrointestinali e malessere.

Latte passato per prodotti di bellezza

Con il latte scaduto, e naturalmente senza segni di muffa, si possono realizzare prodotti di bellezza come maschere per viso e pelle. E’ un’ ottima idea, mescolarlo con della frutta come banane o albicocche per creare una crema molto nutriente per la nostra pelle sul viso. Va lasciato in posa per circa 15 minuti prima di togliere e sciacquare con acqua pulita.


Continua a leggere:

Il latte avariato si può usare anche in cosmetica e più precisamente come detergente e struccante naturale per zona occhi e viso.