Home » Come conservare al meglio i pomodori: ecco il trucco della nonna

Come conservare al meglio i pomodori: ecco il trucco della nonna

Il pomodoro è un ortaggio molto amato e diffuso in tutto il mondo. Si possano trovare ormai in qualsiasi periodo dell’anno ed in qualsiasi supermercato. La stagione ideale dei pomodori è comunque l’estate, col sole e caldo, quando li troviamo più genuini, più colorati e più dolci. Se vogliamo conservare questi pomodori quando sono nel pieno del loro sapore migliore e maturazione, come facciamo? Vi sono tanti modi di conservazione che la gente nel corso dei secoli,  ha inventato per meglio  gustare e utilizzare questi ortaggi, anche durante tutto il resto dell’anno. Ecco uno dei segreti migliori.

Un metodo di conservazione

Per goderci dei pomodori estivi anche in pieno inverno, si può provare ad essiccarli, durante la stagione estiva e sotto il sole rovente, per poi riporli in barattoli sott’olio. E’ un metodo molto antico e già usato dai nostri nonni. Il risultato ottenuto sono dei pomodori secchi sott’olio squisiti è molto richiesti ed apprezzati tutt’oggi.

Gli origini

Originariamente, la pianta del pomodoro apparteneva ai popoli del sud America ed è stata esportata dagli spagnoli in Europa e poi in tutto il mondo. Quei bei frutti rossi erano belli da vedere, per cui all’inizio furono apprezzati solo per scopo ornamentale, anche perché si riteneva che fossero velenosi. Solo dopo si è scoperto che i pomodori fossero commestibili e tra i tanti, gli Italiani soprattutto, ne hanno fatto veramente diventare uno degli ortaggi ed ingredienti più importante della loro gastronomia.

Per qualsiasi ricetta tradizionale o moderna, o che sia consumato fresco, cotto od essiccato, il pomodoro rimane uno degli ortaggi più nutrizionali ed significativi che ci sia. I pomodori sono ricchi di vitamine e sali minerali. Hanno anche proprietà antitumorali ed antiossidanti. Facilitano la digestione e calmano le infiammazioni. Insomma è un ortaggio che ha tanti effetti benefici sul nostro organismo,  ed è indicato per chi soffre di reumatismi, stitichezza, gotta, uremia, ipertensione, astenia e tanto altro ancora.

La ricetta dei pomodori secchi sott’olio

Gli ingredienti:

  • Pomodori san marzano maturi: 1 Kg circa;
  • 1 litro di aceto di vino bianco;
  • acqua;
  • 1 litro di olio extravergine d’oliva;
  • 4 spicchi di aglio;
  • 4 rametti di origano;
  • 2 foglie di alloro;
  • peperoncini.
  • Sale quanto basta.

I pomodori si tagliano a metà per la lunghezza, si pongono preferibilmente su una tavola di legno e con la parte interna rivolta all’insù, salano ed espongono al sole. Si formerà una pellicina bianca che si toglie con l’aiuto di una forchetta. Dopo circa 5 giorni di esposizione al sole ed ogni tanto girati ( di notte meglio rientrarli in casa per non esporli all’umidità), saranno essiccati e pronti per una veloce bollitura di soli 5 min. in una pentola con l’acqua, l’aceto e le foglie di alloro. Dopo, vanno scolati ed asciutti bene con l’aiuto di panni puliti e lasciati asciugare per una notte intera. Infine, vanno posti in vasi con chiusura ermetica, già puliti, con il mix di aromi, alternando pomodori secchi ed aromi. Riempire tutto con l’olio ed riporre il contenitore almeno per 15 giorni prima di consumarli. La conservazione dura per circa 9 mesi.