Ami il pesto? Ecco come coltivare il basilico in casa: la guida

Coltivare il basilico in casa è diventata ormai un’esigenza per gran parte degli italiani. Una pianta aromatica molto amata presente in tutte le case, con il basilico potete preparare il pesto, i sughi di pomodoro, le insalate, le caponate e tantissime altre ricette.

Nelle prossime righe vogliamo suggerirvi utili linee guida, per coltivare il basilico in casa e farlo crescere rigoglioso.

Coltivare il basilico in casa: ecco come fare

La piantina di basilico, una volta acquistata, va per prima cosa travasata in un vaso di coccio abbastanza ampio. Per il travaso dovrete procuravi il terriccio universale con il quale riempirete il vostro vaso. Travasare la piantina sarà un gioco da ragazzi! Vi basterà estrarre la zolla intera mettendo il vasetto di basilico a testa in giù. Coprite, quindi, il foro del vaso con frammenti di coccio o di ghiaia, versate alcuni centimetri di terriccio e collocate la piantina. Dopodiché aggiungete terriccio a sufficienza per riempire il vaso fino e annaffiate.

Il basilico ama la luce e tanta acqua

Il basilico è una pianta stagionale, ama la luce del sole, ma non diretta, il caldo e non sopporta il freddo. In inverno dovrete trasportare la vostra pianta dentro casa, altrimenti vi morirà. Durante la bella stagione questa pianta crescerà rigogliosa senza grandi sforzi. Ciò che conta sarà annaffiarla spesso, meglio se al mattino e alla sera, facendo attenzione a non lasciare pericolosi ristagni d’acqua.

Cimatura e raccolta foglie

Affinché la vostra pianta cresca bene, dovrete rimuovere man mano i piccoli fiori, non appena saranno spuntati. Questo processo di cimatura è essenziale per fare crescere il basilico sano e rigoglioso. Un’altra piccola, ma importante accortezza è quella di raccogliere le foglie di basilico più alte, quando la pianta raggiungerà ai 15-20 centimetri di altezza e non cresca oltre. Cercate di staccarle con molta delicatezza, a rametti interi e non prelevando le foglie singole che vi servono al momento. Guai a cogliere le foglie in modo casuale, partendo dal basso, perché correte il rischio di indebolire la pianta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.