Piante grasse: se ti manca il terriccio, ecco come ottenerlo “fai da te”

Non tutti lo sanno, ma è possibile produrre il terriccio “fai da te” più adatto alle piante grasse, anche senza essere giardinieri provetti. È un’operazione tanto semplice quanto essenziale, che varrà la pena compiere affinché le vostre succulente crescano sane e forti. Una fra le cause più frequenti della loro morte è dovuta al marciume delle radici. Ecco perché è indispensabile garantire alle piante grasse il migliore terriccio possibile, evitando se possibile di affidarsi a prodotti sbagliati.

Piante grasse: errori più comuni nella coltivazione

Le piante grasse sono fra le specie più semplici da curare, grazie alla loro particolare natura. Le foglie carnose, gli steli e le radici riescono a immagazzinare l’acqua e i nutrienti necessari, in questo modo possono sopravvivere anche in ambienti ostili e aridi.

La loro adattabilità è tale da renderle perfette anche per i pollici neri o per chi non ha uno spazio esterno e può tenerle dentro casa. Non hanno troppe pretese e sviluppano bene con poche attenzioni. Una disattenzione o un unico sbaglio, però, può diventare fatale per la vostra piantina. Gli errori che si commettono, con più frequenza, quando si coltivano le piante grasse sono due:

  • innaffiature numerose e a intervalli regolari
  • terriccio di coltivazione sbagliato

Le piante grasse vanno innaffiate con frequenza diversa a seconda del ciclo vitale. Durante la fase attiva di crescita le succulente hanno bisogno di più acqua, mentre quando sono dormienti è possibile innaffiarla con minore frequenza.

Un terriccio non adatto alle piante grasse, perché eccessivamente compatto e poco drenante, può contribuire a fare marcire le loro radici. Se vi affiderete a un prodotto qualsiasi in vendita al supermercato, correrete il rischio di sbagliare. In questo caso, sarebbe meglio produrre un terriccio “fai da te” che sia ideale per le vostre piantine grasse.

Terriccio “fai da te” adatto alle piante grasse

Preparare un terriccio “fai da te” adatto alle piante grasse non è affatto difficile. I requisiti necessari che deve avere il terriccio per questo tipo di piante sono tre:

  • deve essere drenante
  • deve essere morbido, friabile e non compatto
  • meglio se povero di sostanze nutritive

Volete preparare da soli il composto adatto alle piante grasse? Procuratevi un buon terriccio universale, della sabbia di fiume, la pomice o, in alternativa, la perlite. A questo punto avrete tutti gli ingredienti necessari per ottenere un buon terriccio.

Come prima cosa unite il terriccio universale, appena inumidito, con la sabbia in parti uguali, affinché il vostro preparato risulti sufficientemente poroso. Una sabbia grossolana è l’ideale, se volete consentire un drenaggio più rapido. Dovrete mescolare con molta cura, in modo tale da ottenere un composto piuttosto omogeneo. Infine, unite una piccola quantità di perlite e continuate a mescolare ancora un po’.

Come accorgervi di aver ottenuto un buon terriccio per le piante grasse? Provate a bagnarlo: se si sbriciolerà facilmente e non formerà grumi solidi, allora sarà perfetto per le vostre succulente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.