Ecco come riconoscere e cacciare gli insetti che mettono in pericolo le tue piante

Curare le piante affinché crescano sane e rigogliose non vuol dire solo annaffiarle, concimarle e potarle. È importante anche proteggerle dagli insetti che potrebbero attaccarle e metterne in pericolo la sopravvivenza. Con l’aumentare delle temperature è facile che insetti di specie diverse colonizzino le piante e ne compromettano la salute.

Intervenire in tempo è l’unico modo per preservare le tue piante. Se saprai riconoscere e cacciare gli insetti lestamente, potrai affidarti a prodotti naturali e non avrai bisogno di ricorrere ai pesticidi. Scopriamo quali sono gli insetti più nocivi per le piante e come allontanarli, usando rimedi biologici.

Afidi

Chiamati comunemente “pidocchi“, gli acari sono tra i parassiti più frequenti nelle piante. Nemici temibili delle rose, ma non solo, questi insetti aggrediscono le foglie fino a farle ingiallire e cadere. La loro presenza diventa nociva anche per fiori e frutti che smettono di crescere regolarmente. È bene intervenire subito, per impedire la contaminazione delle piante vicine. Per contrastare la loro presenza potrai affidarti a insetticidi naturali “fai da te” a base di aglio o cipolla o piretro.

Acari

Nemici temibili di piante e ortaggi, sono simili a microscopici ragni e prolificano con una velocità sorprendente. Stanarli in tempo non è facile, ma puoi riconoscerli dalle sottili ragnatele che formano sulle foglie, caratterizzate da puntini gialli o rossastri. Scacciare gli acari, prima che infestino tutta le piante, non è impossibile. Ti basterà pulire le foglie colpite con getti d’acqua e preparare un prodotto naturale a base di aglio.

Cimici

Le cimici asiatiche, in particolar modo, sono le specie più pericolose e difficili da eliminare. Negli ultimi anni si sono diffuse anche nei paesi europei, causando grossi problemi agli agricoltori. Colpiscono sia le foglie che i frutti, soprattutto pere, mele e pesche. Se le tue piante sono state aggredite da questi insetti, occorrerà procurarsi un insetticida naturale a base di aglio, ortica, nicotina. Approfitta del mattino per agire, quando le cimici sono meno attive.

Bruchi

Riconoscere e cacciare i bruchi non è affatto semplice! Si mimetizzano alla perfezione con le piante che colpiscono e in poco tempo sono capaci di divorare foglie e rami. Prediligono di gran lunga le specie vegetali più dolci e tenere, come il basilico e la lattuga. Per neutralizzare i bruchi, o lepidotteri. dovrai affidarti a prodotti a base di piretro. Se vorrai prevenire la loro presenza, ti converrà disseminare pezzi di guscio d’uovo a mo’ di scudo intorno alle piante.

Cocciniglia

Ecco un nemico di gran parte delle piante da giardino e di casa. Prolifica negli ambienti caldi e poco areati e tende a scomparire con il freddo e la pioggia. Si ciba della linfa vitale delle foglie e dei fusti e aggredisce, soprattutto, piante grasse, ornamentali, da appartamento, ulivi, conifere, allori e alberi da frutto. Riconoscere la cocciniglia è semplice, perché produce dei puntini bianchi su foglie e rami. Se il problema compare in casa, potrai provvedere rimuovendole a mano e controllando con cura la pianta aggredita. Se, al contrario, i loro bersagli sono le piante da esterno sarà indispensabile intervenire con un insetticida specifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.