Se mangi lo zucchero di canna, devi conoscere questa controindicazione

Per sapere se lo zucchero di canna fa bene o male, dobbiamo prima conoscere cos’è questo alimento.

La canna da zucchero è una grande pianta erbacea perenne, appartenente alla famiglia delle Graminacee. Si ritiene sia nativa dell’Asia orientale e delle isole del Pacifico meridionale. L’inizio della sua coltivazione è enormemente antico e si perde nelle leggende della mitologia indiana.

Le varietà della canna da zucchero si differenziano principalmente per i caratteri del fusto: lunghezza e grossezza, posizione eretta o inclinata in fase di maturazione; colore, che può essere unito, verde, giallo, rosso, o striato longitudinalmente a righe di due o anche di tutti e tre i colori o di due gradazioni dello stesso colore.

Se mangi lo zucchero di canna, devi conoscere questa controindicazione

Vediamo ora i benefici e una grande controindicazione di questo alimento. Congiuntamente al miele, questo zucchero sembrerebbe essere il dolcificante naturale più salutare per l’organismo.

Molteplici sono ancora tuttavia le ricerche e le controversie in atto specialmente in rapporto alla questione sulle differenze qualitative tra il cosiddetto zucchero bianco e lo zucchero di canna.

Al contrario dello zucchero tradizionale, quello integrale di canna è generalmente ritenuto più sano per via del suo inferiore apporto calorico e per la numerosa presenza di sali minerali e vitamine.

Per misurare la qualità dello zucchero occorre tuttavia prendere in considerazione un aspetto notevole, ovvero la differenza tra zucchero grezzo e zucchero integrale: sebbene infatti il loro aspetto esteriore si assomigli, le loro proprietà nutrizionali sono differenti.

Il primo mostra caratteristiche organolettiche del tutto simili allo zucchero di barbabietola mentre il secondo è quello più ricco di sostanze nutritive. Lo zucchero di canna, essendo formato da una inferiore percentuale di saccarosio rispetto allo zucchero bianco, ha un minor potere dolcificante.

Controindicazione

La controindicazione è che essendo fonte di saccarosio, lo zucchero produce un innalzamento degli indici glicemici. È per questo uno degli alimenti più sconsigliati per chi soffre di diabete ed obesità in genere.

La dose giornaliera di zucchero raccomandata dai nutrizionisti si aggira in media attorno ai 90 g. Osservando che lo zucchero è già naturalmente presente in molti alimenti come la frutta, se ne consiglia un uso corretto e limitato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.