Questa vitamina non deve mai mancare nell’organismo: ecco dove trovarla

Le vitamine sono molto importanti per la salute del nostro organismo. Esistono 13 vitamine attualmente conosciute e ognuna di essa è importante per il nostro corpo.

Tra di loro sono diverse per struttura chimica, funzioni svolte e proprietà e possono essere divise in due gruppi fondamentali, le vitamine idrosolubili e quelle liposolubili. Questa divisione deriva dal grado di solubilità nell’acqua, se parliamo di quelle idrosolubili e nei grassi se parliamo di quelle liposolubuli.

Questa vitamina non deve mai mancare nell’organismo: ecco dove trovarla

Tra le vitamine più importanti per il nostro organismo che non può assolutamente mancare è la vitamina B1. Questa vitamina è anche conosciuta come tiamina, fa parte delle vitamine idrosolubili che non possono essere accumulate nell’organismo ma devono essere assunte attraverso l’alimentazione.

La vitamina B1, o tiamina, fa parte delle vitamine cosiddette idrosolubili, quelle che non possono essere accumulate nell’organismo, ma devono essere regolarmente assunte attraverso l’alimentazione.

Questa vitamina è importante perché contribuisce al processo di conversione del glucosio in energia. Insieme alla B2, la B1 sintetizza i processi energetici dell’organismo e rilascia l’energia necessaria a svolgere le attività quotidiane. Aiuta la digestione e il metabolismo di carboidrati e aminoacidi. È fondamentale anche per la salute del cervello.

La tiamina, è anche chiamata “vitamina del Morale” perché aiuta in positivo l’attitudine mentale delle persone. Provoca capacità di attenzione e anche di apprendimento individuale. Quindi è utile soprattutto ai bambini che stanno crescendo.

La tiamina può essere trovata sia negli alimenti vegetali che animali. Soprattutto nei legumi, nei cereali, nelle uova, nella carne di maiale, nel lievito. Per il fabbisogno giornaliero per i maschi servono 1,2 mg al giorno mentre per le femmine servono 0,9 mg al giorno.

La carenza di tiamina, può provocare danni al sistema nervoso e cardiovascolare. Può portare anche al vomito e quindi ad una perdita di peso costante.

Inoltre, può provocare anche alterazioni cardiache, disturbi neurologici, dilatazione della pupilla e ipersensibilità alla colonna vertebrale. Nei casi più gravi, questa carenza può portare anche al semi-coma e anche alla morte.

Questa carenza è provocata anche dall’assunzione di molto alcool, che contrasta l’assorbimento di questa sostanza a livello intestinale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.