Sale nell’acqua della pasta: quando e quale?

Il sale è il principale esaltatore di sapidità conosciuto ed utilizzato dalla specie umana fin da epoche antichissime, anche se solo nei secoli recenti più recenti ha acquisito la nomea esclusiva di condimento come “bene comune”. In passato infatti il sale ha costituito anche un elemento fondamentale per la conservazione dei cibi, e non a caso a lungo è stato considerato qualcosa di molto prezioso. Nella dieta mediterranea non può mancare, in quanto associato a diverse pietanze ed in particolar modo alla preparazione della pasta, in quanto utilizzare il sale nell’acqua adibita alla bollitura è un’azione “normale” nella nostra cultura. Ma quando è consigliabile aggiungere il sale, e quale bisogna utilizzare?


Continua a leggere:

Sale nell’acqua della pasta: quando e quale?

Per quanto riguarda la tipologia, non ci sono grandi differenze tra sale grosso e fino, generalmente si usa quello grosso per una maggiore praticità ma a conti fatti è assolutamente indifferente. In genere una salatura media per la pasta può essere apportata con l’ausilio di 10 grammi di sale per ogni litro d’acqua, calcolando 100 grammi di pasta secca.

Sul quando ci sono due scuole di pensiero, chi aggiunge il sale subito generalmente lo fa per evitare di dimenticarsene, mentre chi sceglie di farlo successivamente può avere la percezione che l’ebollizione “arrivi” prima  sale innalza il punto di ebollizione, dunque se lo mettiamo prima che l’acqua giunga ad ebollizione, ritarderà questo momento di qualche secondo; se lo uniamo ad acqua già in ebollizione sperimenteremo un rallentamento della stessa, e una ripresa dopo qualche secondo. Insomma, non si guadagna né si perde tempo aggiungendo il sale nell’acqua prima dell’ebollizione o dopo. Ma si tratta di un’impressione in quanto  sale innalza il punto di ebollizione, dunque se lo mettiamo prima che l’acqua giunga ad ebollizione, ritarderà questo momento di qualche secondo, ma è un effetto chimico momentaneo.

Cambia quindi sostanzialmente niente, ma volendo essere precisi per la salvaguardia delle pentole sarebbe meglio aggiungere il sale non quando l’acqua è fredda, in questo modo il sale cadrebbe sul fondo senza sciogliersi immediatamente.

Sale acqua