Quanti caffè si possono bere al giorno? Ecco la “dose” consigliata

Il caffè, assieme al tè, bevanda che ha sostanzialmente il medesimo potere “energetico”, è una delle sostanze bevibili di maggior successo al mondo, non rapprsentando solo una bevanda comune che è differenziata, “plasmata” e presente nelle abitudini ma costituisce anche una forma di rito che anche noi italiani conosciamo molto bene. Il caffè ha origini che si perdono nelle leggende, in quanto è probabile che le doti della bevanda in questione che risiedono soprattutto nel componente noto come caffeina, risultino essere state scoperte casualmente. Ma quanti caffè si possono bere al giorno per evitrare di andare incontro a problemi di salute?


Continua a leggere:

Quanti caffè si possono bere al giorno? Ecco la “dose” consigliata

Dipende da una serie di fattori in quanto la caffeina ha un potere energizzante ma viene “tenuta sotto controllo” sia dall’assuefazione, quindi dalla resistenza nativamente presente in un organismo piuttosto che in un altro ma anche dall’abitudine personale.

In sostanza una persona che abitualmente è solita ingerire una quantità di caffeina definita, sarà naturalmente più resistente al caffè ed al suo potere. La bevanda non è da eliminare dalla dieta in quanto è un ottimo antissidante e nelle giuste dimensioni aiuta a mantenere l’attenzione.

La “soglia” consigliata  “media” è corrispondente a 300 mg al giorno,  contenuta, grosso modo, in tre tazzine di caffè espresso, dose che è considerata “sicura” anche per chi soffre di pressione alta, ma va ricordato che chi è intollerante al caffè può contrarre problemi fisici come ansia, tachicardia, diarrea, inappetenza ed in generale un nervosismo diffuso.

Tutto è comunque definito dalla nostra capacità di “reggere” la caffeina ma è praticamente impossibile contrarre effetti “letali” con questa specifica bevanda in quanto è necessario l’equivalente di un centinaio di caffè espresso, quantità che è in grado effettivamente di provocare uno scompenso al cuore e di sviluppare un’infarto potenzialmente letale.

caffè