cosa pensano veramente di te i tuoi colleghi di lavoro?

I colleghi di lavoro sono spesso oggetto della nostra curiosità. Nonostante trascorriamo molte ore insieme, non sempre siamo consapevoli di come veniamo percepiti nell’ambiente lavorativo. Quindi, è interessante scoprire cosa pensano realmente di noi i nostri colleghi di lavoro.

Immaginiamo una situazione: siamo responsabili di un importante progetto con una scadenza entro oggi, ma si verifica un guasto al macchinario essenziale per completarlo. Di conseguenza, la consegna deve essere posticipata di una settimana. Il proprietario dell’azienda è arrabbiato e abbiamo solo pochi minuti per calmarlo. Quali opzioni abbiamo?

1. Ci scusiamo e ci impegniamo personalmente a lavorare giorno e notte per completare il progetto il più presto possibile.
2. Spieghiamo al nostro capo che ci sono problemi tecnici e suggeriamo di pagare straordinari ai dipendenti per rispettare la scadenza.
3. Confermiamo il ritardo nelle tempistiche, mandiamo a casa i lavoratori e riprendiamo il nostro turno il giorno successivo come al solito.

Analizziamo i profili che emergono da queste scelte.

Se abbiamo scelto l’opzione 1, siamo persone moderate con un carattere mite. Siamo instancabili e ci assumiamo le nostre responsabilità. I colleghi pensano che facciamo più del necessario e spesso ci consigliano di fermarci, poiché non è garantito che tale impegno verrà ripagato in futuro.

Se invece abbiamo scelto l’opzione 2, siamo persone che non si arrendono mai. Abbiamo grandi idee e riusciamo spesso a realizzarle grazie alla nostra intelligenza e astuzia. Siamo carismatici e irresistibili, nessuno rifiuterebbe una nostra richiesta. Abbiamo pazienza, ma sappiamo quando è il momento di agire. I colleghi si fidano di noi e ci considerano una guida e un punto di riferimento per tutti.

Infine, se abbiamo scelto l’opzione 3, preferiamo stare nella nostra comfort zone. Non ci piace improvvisare, non sopportiamo le sorprese e pianifichiamo tutto nei minimi dettagli. I colleghi ci considerano persone serie e professionali, ma non si affiderebbero alla nostra leadership per la loro vita professionale. Tuttavia, se si tratta di prendere una birra alla fine del turno, il nostro telefono sarà sempre il primo a squillare!

Naturalmente, questi profili sono solo ipotetici e basati su una situazione immaginaria. La realtà potrebbe essere molto diversa e dipendere da vari fattori, come la nostra relazione con i colleghi, l’esperienza e le competenze. Tuttavia, questo esercizio può aiutarci a riflettere su come potrebbero percepire noi i nostri colleghi di lavoro e a prendere coscienza dei nostri punti di forza e aree di miglioramento.

In conclusione, non possiamo essere certi di cosa pensano realmente i nostri colleghi di lavoro, ma possiamo cercare di essere consapevoli del nostro comportamento e delle nostre azioni per creare un ambiente lavorativo positivo e collaborativo. La comunicazione aperta e la disponibilità a ricevere feedback possono aiutare a migliorare le relazioni con i colleghi e a costruire una solida reputazione all’interno dell’azienda. Ricordiamo che la percezione degli altri è influenzata da molti fattori e può variare da persona a persona. Quindi, cerchiamo di essere noi stessi e di dare il massimo ogni giorno.
Continua a leggere su MediaTurkey: cosa pensano veramente di te i tuoi colleghi di lavoro?

Lascia un commento