Gettone telefonico TIMO anni 30, se lo trovi sei ricco – VALORE UFFICIALE

Il gettone telefonico TIMO degli anni ’30 è considerato uno dei primi tentativi riusciti di fornire telefonate presso un’utenza privata a partire dagli anni ’20 e ’30 del Novecento. In passato, ricevere una telefonata era considerato un piccolo miracolo e il gettone telefonico rappresentava un mezzo essenziale per effettuare chiamate. Questi gettoni erano stati introdotti in Italia negli anni ’20 e avevano un ruolo fondamentale nella diffusione delle comunicazioni telefoniche.

La Società Telefonica Interregionale Piemontese e Lombarda (Stipel) fu una delle prime aziende adibite alla diffusione delle comunicazioni telefoniche in Italia. Fondata nel 1924, Stipel concepì i primi gettoni nel 1927. Successivamente, la Società Telefoni Italia Media Orientale (TIMO) iniziò ad attività presso l’area tirrenica ed emiliana, con sede a Bologna, e creò i primi gettoni nel 1928. I gettoni TIMO erano riconoscibili per la forma romboidale del loro logo e con il passare degli anni furono progressivamente modificati e infine assorbiti nel servizio telefonico nazionale.

I gettoni telefonici di TIMO erano realizzati in diverse leghe metalliche, come il nichelato e lo zamak (a base di zinco). Gli esemplari più antichi, come quello del 1928 in lega metallica nichelata con doppia scalanatura, sono diventati oggetti rari e ambiti dai collezionisti. Un esemplare ben conservato di queste prime versioni può valere tra i 150 e i 300 euro se in condizioni pari al nuovo. Anche gli esemplari in lega di zamak degli anni ’30 possono avere un valore significativo, superando i 200 euro.

Oltre allo stato di conservazione, altri dettagli come errori di stampa o particolari distintivi possono influenzare il valore di un gettone telefonico. In alcuni casi, questi dettagli possono far raddoppiare o addirittura quadruplicare il valore dell’oggetto. Pertanto, è importante valutare attentamente tutti gli aspetti di un gettone telefonico antico per determinarne il suo valore.

In conclusione, il gettone telefonico TIMO degli anni ’30 rappresenta un pezzo di storia delle comunicazioni telefoniche in Italia. Grazie alla sua rarità e al suo significato storico, questi gettoni sono diventati oggetti di collezionismo molto ricercati. Chiunque abbia la fortuna di possedere un esemplare originale e ben conservato potrebbe scoprire di possedere un pezzo di inestimabile valore storico ed economico.
Continua a leggere su Il Dunque: notizie online: Gettone telefonico TIMO anni 30, se lo trovi sei ricco – VALORE UFFICIALE

Lascia un commento