Mangiare ogni giorno noci moscate: ecco cosa succede al nostro corpo!

La noce moscata è una spezia molto usata in cucina, anche in Italia. Usata anche in medicina nei paesi orientali (la pianta ha nell’Indonesia il paese di provenienza), in Italia è utilizzata in prevalenza come condimento per diverse pietanze.
Ma consumare la noce moscata fa bene o fa male alla salute? E soprattutto, il suo consumo eccessivo è nocivo? Vediamo nel dettaglio cosa dicono gli esperti e cosa bisogna sapere sulla noce moscata.

Noce moscata, quali sono i benefici che da?

La noce moscata nasce come una spezia aromatica e digestiva. L’assunzione di noce moscata, in dosi moderate e senza esagerare, produce importanti benefici al corpo umano.
La noce moscata è ricca di sali minerali, vitamine e fibre, ma dal punto di vista calorico è piuttosto pesante. Il suo sapore forte però, viene incontro a questa problematica di alti
contenuti di calorie perché in cucina basta un pizzico di noce moscata per dare il giusto aroma della spezia alla pietanza che si va a preparare. Infatti, bisogna sapere che solo 10 grammi di noce moscata ha circa 52,5 calorie.

Cosa c’è nella noce moscata?

Nella noce moscata ci sono discrete quantità di fibre e di potassio e quindi ha un importane effetto stimolante sul sistema nervoso. Le fibre aiutano a stimolare il senso si sazietà ed è indicata nei casi di stipsi o diarrea.
La noce moscata riduce l’assorbimento di zuccheri e colesterolo. Il potassio poi, è importante regolatore del battito cardiaco e ciò rende la noce moscata indicata per prevenire malattie dovute dalla pressione arteriosa, e quindi anche infarti e ictus.
In estrema sintesi,  il consumo nelle giuste quantità di noce moscata aiuta contro la diarrea, contro la nausea, favorisce la digestione e aiuta la prevenzione di malattie cardiovascolari.

Altri utilizzi della noce moscata e le sue controindicazioni

Se importanti sono gli effetti della noce moscata ingerita con gli alimenti da essa conditi, non meno importanti sono gli usi extra di questa spezia. La noce moscata ha proprietà antibatterica, tanto è vero che spesso è tra gli ingredienti di dentifrici e creme.
Sulla noce moscata sono stati riscontrati effetti positivi contro l’alitosi, e nelle creme ha effetti ottimali per contrastare i batteri a livello cutaneo. Un abuso di noce moscata però, può essere particolarmente dannoso.
Come accennato in precedenza, il prodotto è piuttosto calorico e il suo abuso non è indicato per perdere peso. Inoltre, la spezia assunta in quantità smisurata, da effetti propri di una sostanza stupefacente, perché ha effetti allucinogeni, produce mal di testa, convulsioni e febbre.
Per questo i ginecologi per esempio, ne sconsigliano l’uso per le donne in dolce attesa. Il consumo massimo ammesso secondi gli studiosi è di due grammi al giorno.

Per restare aggiornato su questo argomento ti consigliamo di mettere un like alla nostra Pagina Facebook Ufficiale