Acquistare e vendere case: incredibile, ecco il trucco

Nonostante l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, il mattone rimane un investimento interessante. Certo, cambiano le esigenze del mercato, ma non scompare certo l’importanza di avere un tetto sulla testa.


Continua a leggere:

Chiarito questo aspetto, vediamo, nelle prossime righe, alcuni trucchi che è importante conoscere e che riguardano i momenti in cui si sceglie di acquistare o vendere case.

Investire in immobili: ecco cosa sapere

Nel momento in cui si decide di iniziare a investire in immobili – attenzione, anche in questo periodo della storia economica è bene valutare la possibilità di farlo, ovviamente seguiti da un esperto – si deve essere consapevoli di un aspetto su tutti. Quale, di preciso? Il fatto che il vero affare nasce nel momento in cui si acquista e non quando si vende.

Alla luce di ciò, è bene mettersi nell’ottica di dedicare del tempo, da soli o con il consiglio di un esperto, per trovare l’investimento più adatto alle proprie esigenze. L’obiettivo di qualsiasi investitore immobiliare è la ricerca dei cosiddetti “don’t wanters”, ossia gli utenti che hanno la necessità di vendere il proprio immobili nel più breve tempo possibile.

Giusto per dare qualche informazione in merito alle caratteristiche di questo target, facciamo presente che si tratta di persone che hanno bisogno di liquidità nell’immediato, ma anche coloro i quali devono trasferirsi in un’altra città per motivi di lavoro o privati. Considerati l’oro per gli investitori immobiliari, i don’t wanters comprendono anche gli eredi di un proprietario deceduto.

Vendere immobili: i trucchi per non svalutare e non sopravvalutare

Acquistare e vendere case: concentriamoci ora sul secondo ambito. in questi frangenti, è molto importante evitare di svalutare o sopravvalutare l’immobile. Il primo passo da fare prevede il fatto di studiare bene il mercato di riferimento nella propria zona.

Per avere riferimenti validi in merito, è possibile consultare il database dell’Agenzia delle Entrate. Per utilizzarlo, basta accedere al sito ufficiale, inserire il nome della propria città e trovarsi davanti a riferimenti interessanti in merito alla quotazione dell’immobile.

Il servizio in questione è considerato un ottimo punto di riferimento anche quando si punta non a vendere, ma ad affittare un immobile. Ovviamente non finisce qui l’elenco dei criteri da considerare nel momento in cui si deve valutare un immobile. Bisogna tenere conto anche delle condizioni dell’edificio, dell’esposizione, della categoria energetica.

Conta molto anche l’impegno nel corso degli anni. Per aumentare il valore della casa, per esempio, bisogna mettersi nell’ottica di cambiare gli infissi e la tipologia di pavimentazione.