Home » Cosa accade a chi mangia zucchero di canna colorato? Ecco la risposta

Cosa accade a chi mangia zucchero di canna colorato? Ecco la risposta

Quando andiamo dal supermercato, troviamo sugli scaffali diverse tipologie di zucchero. Quelli più conosciuti sono lo zucchero classico bianco, quello di canna grezzo e quello integrale. Molti ritengono che quello colorato, quindi lo zucchero di canna grezza sia migliore, cioè più salutare per il nostro organismo, rispetto a quello bianco. Andiamo a scoprire assieme, se lo zucchero di canna colorato fa bene o meno alla nostra salute.

La produzione dello zucchero di canna

Lo zucchero di canna si ricava appunto da piante di canna, che possono raggiungere altezze fino a 6 metri. Questi piantagioni si trovano soprattutto nei posti tropicali. La quantità di saccarosio nello zucchero dipende dal periodo dell’anno in cui cresce e matura la pianta. Queste canne, una volta raggiunte la crescita giusta, vengono raccolte, sminuzzate e spremute per ricavare un liquido chiaro. Si tratta di un tipo di sugo dolce. Quest’ultimo si deve purificare e poi si filtra e si fa evaporare. Il risultato finale è un sugo denso e concentrato che va centrifugato e raffreddato contemporaneamente. Compaiono così dei cristallini solidi, scuri e non uniformi. E’ così prodotto lo zucchero di canna originale ed integrale. Certe bevande alcoliche derivano da questo zucchero, compreso il noto rum. Se, a questo punto, si continua il processo di raffinazione chimico, si ricaverà lo zucchero classico bianco che conosciamo tutti. 

Le differenze tra zuccheri di canna

Lo zucchero di canna integrale è ritenuto migliore e più ricco di minerali perché la sua produzione si ferma proprio prima di essere ulteriormente processato e raffinato chimicamente. Questo zucchero di canna integrale, non si deve confondere comunque con lo zucchero di canna grezza colorata che sembra originale ma non lo è.  Quest’ultimo, infatti è quello di cui ci poniamo la questione dei benefici o meno. Lo zucchero di canna grezza e colorata, non differisce molto da quello bianco perché anch’essa ha subito in parte il processo di raffinazione. Viene aggiunta ad esso, però del colorante di caramello o di melassa e lo zucchero, così diventa di colore beige.
Inoltre, lo zucchero di canna colorata e grezza differisce da quello originale ed integrale, nella consistenza che ha forma infatti di cristallini uniformi, cioè tutti della stessa misura. 

Lo zucchero di canna colorata non fa bene

Lo zucchero di canna colorata non è originale ed integrale. Non fa bene alla salute, tanto quanto quello classico bianco. Quello integrale solo,  è quello più salutare, perché non ha subito processi di raffinazione chimici. Contiene meno saccarosio di barbabietola e ha proprietà nutrizionali salutari. Lo zucchero di canna colorato non è ricco di sali minerali come calcio, potassio, fosforo, zinco, magnesio ed altri ancora. Infine, non tiene delle vitamine come quelle del gruppo B, A e C che invece si trova in quello integrale.