Calorie dello zucchero di canna: attenzione, ecco cosa dovresti proprio sapere

Lo zucchero di canna è un tipo di zucchero grezzo, ricavato appunto, dalla canna da zucchero: una pianta indiana coltivata nelle regioni tropicali e subtropicali. È di colore ambrato e ha i chicchi più grossi rispetto ai cristalli del saccarosio. Non è quindi raffinato come lo zucchero bianco di barbabietola, ma bisogna fare attenzione alle calorie in esso contenuto. Ma lo zucchero di canna ha meno calorie rispetto a quello bianco?


Continua a leggere:

Lo zucchero di canna

Lo zucchero di canna si realizza anch’esso tramite lavorazione industriale e non sempre riesce a mantenere intatti i propri sali minerali per come si è portati a pensare. Gli stemmi della canna da zucchero, appena sono mature, vengono sminuzzate e spremute per ricavarne il succo che viene filtrato e lasciato evaporare. Il passaggio successivo consiste nella centrifuga, da cui si ottiene lo zucchero grezzo che è destinato al consumo, ma può essere sottoposto anche ad ulteriore processo di raffinazione. Le calorie sono quasi identiche a quelle dello zucchero raffinato bianco.

Lo zucchero di canna integrale invece, mantiene meglio le sue proprietà, i sali minerali e le vitamine ma per dolcificare ne serve una quantità maggiore. Questo zucchero, contiene meno saccarosio e come abbiamo accennato sopra, è ricco di sali minerali tra cui troviamo calcio, fosforo, potassio, zinco, fluoro e magnesio. Anche il contenuto di vitamine è molto importante data la presenza di vitamine come la A, la B1, la B2 e la C. Quello integrale è leggermente meno calorico rispetto a quello di barbabietola, mentre quello grezzo, come abbiamo accennato sopra, è quasi uguale a quello bianco comune, che tutti conosciamo.

Le conseguenze dello zucchero di canna

Chiaramente, sia lo zucchero di canna grezzo che integrale, hanno delle controindicazioni che dipendono dalle loro ovvia natura zuccherina e calorica. Le persone che soffrono di diabete o obesità, devono assolutamente stare attente, durante il consumo di questo alimento. E’ praticamente, quasi uguale allo zucchero bianco che è tutto saccarosio e viene assorbito dall’organismo.
Bisogna fare attenzione inoltre, a non assumerne quantità eccessive, non solo se si soffre di glicemia alta, ma per le troppe calorie. Quest’ultime, se assunte esageratamente, contribuiranno inevitabilmente all’aumento di peso. Per questo motivo, a prescindere dalla tipologia di zucchero assunto, va mangiato con molto moderazione.