Ecco le 10 piante da interni più belle che richiedono poca acqua

Se ti stai chiedendo quali siano le piante da interni più belle che richiedono poca acqua e poche attenzione, sei nel posto giuso. Anche se non hai tanto tempo a disposizione o, semplicemente, ti dimentichi di innaffiare ogni giorno i tuoi vasi, non dovrai rinunciare a un bell’angolo verde dentro casa.

La soluzione ideale per te sta nel prediligere specie resistenti, capaci di prosperare, seppure irrigate con poca frequenza. Abbiamo raccolto una lista di 10 piante belle da vedere e con poche pretese, che possono sopravvivere anche in mano ai pollice neri!

Sansevieria

La Sansevieria è una pianta ornamentale che ha bisogno di pochissime attenzioni. Le sono sufficienti poche innaffiature, ogni 6-7 giorni in estate e ogni 14 giorni durante l’inverno, per crescere bene. In cambio ravviverà la tua casa con il caratteristico fogliame dai contorni gialli, ma non solo! La Sansevieria, detta anche lingua della suocera, può filtrare l’aria intorno a sé da pericolose sostanze chimiche.

Cactacee e succulente

Meglio conosciute come cactus, le cactacee sono piante grasse ornamentali che negli anni si sono guadagnate un posto d’onore nelle nostre case. Sia le cactacee, sia le loro cugine succulente, sono specie capaci di trattenere l’acqua al loro interno. Per questa ragione possono vivere molto bene in appartamento con poche annaffiature. A differenziarle dalle succulente è la presenza delle areole, le piccole protuberanze da dove spuntano le spine dei cactus.

Bambù della fortuna

Non lasciarti ingannare dal suo nome! Il bambù della fortuna non è affatto un bambù, ma una particolare specie di dracaena appartenente alla famiglia delle Agavaceae. Se cerchi una bella pianta da interno che richieda poca acqua, ti converrà coltivare il bambù della fortuna in acqua e non nel terreno. In questo modo la sua gestione si limiterà a verificare che nel recipiente non manchi mai l’acqua necessaria. Acqua che dovrai cambiare ogni due settimane, affinché si conservi pulita.

Orchidea

Nella lista delle piante da interni belle e poco pretenziose non poteva mancare lei, la regina indiscussa dell’eleganza. L’orchidea è una pianta che prospera senza bisogno di acqua tutti i giorni. Al contrario! Se innaffiata troppo spesso, si correrà il rischio di fare marcire le sue radici. Per regolarti al meglio, occorrerà sentire il terreno e provvedere con l’acqua solo quando molto asciutto.

Dracena marginata

Una vicina parente del popolare tronchetto della felicità, la dracena marginata è una specie appartenente alla famiglia delle Asparagaceae di origine africana. Nel corso del tempo è diventata una pianta ornamentale particolarmente apprezzata anche in Italia, per via del suo aspetto sottile e slanciato. Come molti arbusti di origine tropicale non esige molta acqua, tutt’altro! Innaffiature frequenti potrebbero danneggiarla.

Pothos

Ecco una pianta rampicante ornamentale presente in moltissimi appartamenti, particolarmente apprezzata dai giardinieri alle prime armi. Si adatta bene a qualsiasi condizioni, anche quelle più critiche che potrebbero mettere alla prova la sopravvivenza delle altre piante. Con le giuste attenzioni può crescere rapidamente fino a diversi metri di lunghezza. Per non commettere errori he potrebbero nuocerla, dovrai assicurarle poche, abbondanti annaffiature, distanziate tra loro.

Aloe Vera

Ecco un’altra pianta da interni molto bella da vedere, nonché preziosa per la tua salute. L’aloe vera è una succulenta che ha bisogno di pochissimi accorgimenti per crescere sana. Dovrai darle acqua ogni due settimane circa e sistemarla in una posizione calda e luminosa. In cambio, lei ti delizierà con la sua forma elegante e composta e purificherà l’aria intorno a sé da sostanze inquinanti presenti dentro casa.

Zamioculcas zamiifolia

Tra le pienate grasse sempreverdi, la zamioculcas si distingue per le sue foglie particolari, carnose, di un verde talmente brillante da far credere che siano state appena lucidate. Come le altre specie grasse, anche questa pianta resiste bene con poche accortezze, questo fa di lei la scelta perfetta per i neofiti. Se vorrai innaffiarla con poca frequenza, dovrai posizionarla nella mezz’ombra.

Filodendro

Ecco una bella pianta da interni che sviluppa rigogliosa con poca acqua e poche cure da riuscire a entusiasmare anche i negati del verde. Il filodendro si trova spesso come sempreverde a scopo ornamentale negli uffici pubblici, perché molto resistente e adattabile. Questa pianta ha bisogno di essere irrigata due volte alla settimana durante i mesi estivi, una volta sola in inverno.

Haworthia

Chiudiamo la lista delle piante da interni più belle e bisognose di poca acqua, con una succulente di origine sudafricana, la haworthia. Si tratta di una pianta piccola, ma dall’aspetto particolarmente grazioso, Le sue foglie carnose formano delle rosette molto suggestive che possono impreziosire qualsiasi angolo di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.